98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Udienza del processo scaturito dall’operazione Concussio

Patti – Il collegio giudicante ha ammesso la costituzione di parte civile di due associazioni antimafia, il Centro studi “ Pio la Torre, difesso dall’avvocato Massimo Nicola Marchese e la Fai, Federazione antiraket , rappresentata dall’avvocato Mario Ceraolo.

I magistrati hanno inoltre ammesso i testi delle parti, l’udienza eè stata poi aggiornata al prossimo 26 febbraio. Respinta la richiesta di abbreviato condizionato di Tamburello, attualmente recluso in carcere.

L’operazione scattata lo scorso 20 aprile aveva portato all’arresto di tre persone con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso ed intestazione fittizia di beni, altri undici furono sopposti all’obbligo di firma. Avrebbero tentato di imporre il pizzo per il restauro delle opere di “Fiumara d’Arte”, nella valle dell’Halaesa, museo a cielo aperto, creato trentacinque anni fa dal mecenate Antonio Presti, formato da 12 gigantesche sculture realizzate da artisti internazionali, dislocate lungo il territorio di sei paesi della fascia tirrenica messinese. Arrestati l’ex consigliere comunale mistrettese, Vincenzo Tamburello, difeso dall’avvocato Alessandro Pruiti e sospeso dalla carica su disposizione del Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, Giuseppe Lo Re, esponente della cosca locale, interna a Cosa Nostra palermitana, del mandamento di San Mauro Castelverde, assistito dall’avvocato Giuseppe Serafino e la zia di questi, Isabella Di Bella, cartomante di Acquedolci, difesa dall’avvocato Alvaro Riolo.

Continua a leggere altre notizie su
Patti