98zero

Una tradizione sentita la festa patronale di Tortorici. Devozione e folklore per San Sebastiano

Tortorici – Il 20 Gennaio si è svolta nel comune oricense la festa patronale, una tra le più belle del comprensorio nebroideo.

Ogni anno Tortorici  offre al suo patrono una festa straordinaria in un misto di devozione e di folklore, che attira ogni anno migliaia di persone  tra devoti e curiosi.

Un’ intensa giornata quella di domenica : sin dalle  prime ore dell’ alba i cittadini del centro hanno potuto assistere all’ esibizione in corteo della Fanfara dei Bersaglieri dell’ Associazione Nazionale  Bersaglieri dei Peloritani – sezione di Castroreale Barcellona Pozzo di Gotto dedicata al Maggiore Giuseppe La Rosa morto eroicamente in Afghanistan. Il gruppo composto da trenta elementi , tra cui due donne , ha presieduto a tutta la giornata di festa , animando e accompagnando la banda musicale oricense e i “Nudi”.

A metà mattinata , come di consueto,  le autoritá “ il Senato”,  hanno sfilato per le vie del centro per poi giungere nella chiesa di Santa Maria Assunta e consegnare le chiavi della città al patrono.

Dopo la celebrazione della Santa Messa officiata da Mons. Guglielmo Giombanco , ha avuto inizio la lunga e intensa processione  che ha ripercorso  le vicende della storia del Santo che si intrecciano con quella della città.

I “Nudi”  hanno trasportato a spalla  il fercolo tra la folla  accalcata  lungo le strette viuzze  e nelle piazze; molti i momenti emozionanti e toccanti quali la sosta nel torrente Calagni,  la corsa a tempo di musica lungo la via Garibaldi e l’ impressionante “ salita “ nel quartiere di Romanò , dove  due file ordinate di devote tenendosi  per mano e hanno aiutato i portatori della vara ad affrontare la ripida scalata del rione,  di corsa.

Quest’ anno il rientro nella Chiesa di San Nicola, dove il Santo resterà fino a Domenica 27 giorno dell’ “ Ottava” , è avvenuto in tarda serata .

Il tradizionale “ balletto” ha incantato la folla festante che entusiasta ha applaudito lo spettacolo offerto  e la resa scenografica curata ancor di più nei dettagli dall’ impeccabile organizzazione dell’ associazione “I NUDI”.

Continua a leggere altre notizie su
Tortorici
Invia una Segnalazione