98zero

Freddo in Sicilia, neve sopra i 500 metri. Sulle Madonie operai dell’Anas al lavoro

Sicilia – Sabato di tempo incerto dopo la seconda ondata artica di gennaio. Le temperature sono poco sotto lo zero, con cumuli di neve, sull’Etna, sulle Madonie e sui Nebrodi.

L’Anas è intervenuta con propri uomini e mezzi per liberare le strade, ripristinando la percorribilità a Piano Battaglia, in provincia di Palermo.

Le squadre di Anas al lavoro anche sulle strade provinciali 54 e 119 mediante mezzi spazzaneve muniti di vomero e retrostante spargisale. Le nevicate sono state abbondati fino ai 700 metri circa sui principali rilievi, ma anche sul livello del mare le temperature sono al di sotto della media stagionale.

La protezione civile ieri pomeriggio ha previsto l’allerta gialla, anche se oggi il maltempo dovrebbe attenuarsi. La nuvolosità si sposterà in particolare nel Messinese, lungo la fascia ionica e nella zona del Mar Tirreno orientale.

Nel palermitano i rovesci dovrebbero ridursi sul Palermitano e sui settori occidentali, ma con fiocchi di neve oltre i 4-500 metri. Le nevicate in mattinata continueranno sui settori interni madoniti e nebroidei fino al primo pomeriggio. Migliora ovunque entro sera. Soffieranno venti di tramontana e poi di Maestrale specie sulle zone interne e contribuiranno ad acuire la sensazione di freddo.

Neve a Piano Battaglia (Foto dalla pagina fb Madonie a passo lento)

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia