98zero

Giovane gioiosano dona midollo osseo e salva una vita.

Gioiosa Marea – Profonda commozione per l’Avis di Gioiosa Marea che, grazie alla tipizzazione, si è resa essenziale per salvare la vita a chi la stava perdendo.

Roberto Belfiore, pioniere Avis nel nostro territorio (da Barcellona a Capo D’Orlando) e storico presidente la cui carica, a Gioiosa Marea, e oggi onorata da Graziella Costantino Scirocco, emozionato parla di felicità. Quella rara, intima e profonda, che solo da un gesto tanto umano può sbocciare.

Accade di rinascere per mano, in questo caso per braccia, cellule e sangue di un perfetto sconosciuto. Accade – continua Belfiore – di regalare una nuova vita ad una persona che mai potrà ringraziarti e stringerti di presenza  (visto l’anonimato) ma che ti benedirà ogni giorno.

Eppure tutti potremmo rendere a piene mani tanto amore, senza perderci nulla, senza privarci di niente, senza cambiare affatto le nostre quotidiane abitudini.

Ancora paure infondate rallentano la donazione del midollo osseo, ma non per il giovane gioiosano, poco più che ventenne, che alla richiesta d’aiuto ha risposto senza titubare.

Il ragazzo, all’epoca appena diciottenne, in una delle tante campagne di sensibilizzazione che l’Avis porta avanti si era sottoposto a tipizzazione, nel dicembre di quattro anni fa, per diventare potenziale donatore di midollo osseo.

Così, lo scorso 8 gennaio, il miracolo della vita si è fatto realtà. Giungendo l’urgente richiesta di cellule staminali,  unica possibilità di vita per chi la vita stava per perderla, il giovane ha subito colto la possibilità di fare vero bene sottoponendosi alla donazione, presso l’ospedale Morelli di Reggio Calabria.

La compatibilità con il ricevente si è rivelata quasi totale, ed il ragazzo è già rientrato a casa.

Dal marzo 2015 ad oggi, sono ben tre i donatori di midollo osseo della nostra zona (due di Sant’Angelo di Brolo e l’ultimo di Gioiosa Marea), che si aggiungono ad un quarto di Capo D’Orlando che ha effettuato la donazione diversi anni fa.

È un risultato incredibile, considerata la stima di 1 donatore ogni 100 000 persone, evidentemente possibile grazie all’impegno di sensibilizzazione che le Avis locali portano avanti.

 

Continua a leggere altre notizie su
Gioiosa Marea
Invia una Segnalazione