98zero

In Appello due anni in meno per il giovane accusato di aver tentato di dare fuoco alla sua ex fidanzata

Messina – Sono trascorsi due anni dal tentativo di bruciare viva la sua ex ragazza. E oggi a distanza di un anno esatto dalla condanna in primo grado a 12 anni, arriva lo sconto di pena in appello per Alessio Mantineo, il ragazzo che gettò della benzina sulla fidanzata, la ventitreenne Ylenia Grazia Bonavera.

Due anni in meno di quello decisi in primo grado per il tentato omicidio della ragazza che in questi anni, anche nelle aule del tribunale, ha sempre sostenuto l’innocenza di Mantineo, e si è dovuta così difendere dalle accuse di favoreggiamento personale e falsa testimonianza. Ma le indagini della squadra mobile non hanno lasciato dubbi sul fatto che il responsabile fosse Mantineo. I poliziotti riuscirono anche ad avere il video ripreso dalla telecamera di video sorveglianza di una stazione di servizio della zona sud di Messina, che immortalava Mantineo mentre acquistava delle sigarette e si faceva dare una bottiglia di plastica vuota pagando un euro di benzina. I giudici d’appello hanno escluso l’aggravante della premeditazione rimodulando la pena.

Continua a leggere altre notizie su
Messina