98zero

Contro l’Aquila Bafia l’Umbertina cerca la prima vittoria della gestione Enrico Catania

Castell’Umberto – Con l’arrivo del nuovo anno, ci sarà la prima vittoria dell’Umbertina sotto la gestione di Enrico Catania ? La prima gara del 2019, in programma domenica a Castell’Umberto con l’Aquila Bafia, stabilirà se verrà spezzato il digiuno  di successi dei rossoneri che si percuote dal giorno di San Martino.

In tal senso, l’11 novembre rappresenta infatti la data dove  gli umbertini hanno conquistato la loro seconda ultima vittoria del campionato con il San Basilio grazie alla rete su calcio di rigore realizzata da Salvatore Montalbano. Il primo successo era invece arrivato con il Montagnareale alla seconda giornata grazie alle reti di Di Pani e Andrea Gallo. Da li in poi, sono arrivate le sconfitte con Pro Falcone e Nasitana ( quest’ultima con qualche decisione arbitrale discutibile) e nel derby con la Sfarandina.

Nel mezzo è però arrivata la bellissima prestazione con la Nuova Azzurra, che però non è stata portata a compimento con la vittoria. In vantaggio per 2-0 con la doppietta di Maniaci, i rossoneri hanno poi avuto il demerito di non aver saputo gestire il doppio vantaggio iniziale, facendo raggiungere sul 2-2. Vero è che l’ex Rocca aveva poi firmato la terza personale, altrettanto vero è che si è riusciti ugualmente a mantenere il 3-2 perché poi è arrivato il 3-3 barcellonese nel finale. In questo periodo di sosta, che ha segnato il rompete le righe per quel che riguarda le gare ufficiali del 2018, Enrico Catania ha sottoposto i suoi ad un duro richiamo di preparazione.

In più il tecnico orlandino ha deciso di sottoporre la  squadra ad  una serie di amichevoli con squadre di categoria superiore. Tutto questo per un semplice motivo, ossia quello di cercare di mettere tutta la rosa nelle condizioni di poter arrivare in forma in vista della sfida di domenica con la formazione di Squadrito. Inoltre Catania ha approfittato di questo periodo di sosta dal calcio giocato per cercare di inserire i nuovi acquisti del mercato invernale. Se per  Maniaci si è trattato di un ritorno dopo il trimestre di Rocca, per  i vari Pizzo, La Rosa, Scaffidi c’era invece da capire quella che è la mentalità umbertina. Tutti i tre hanno quindi approfittato durante questo periodo di pausa di inserirsi nei meccanismi di gioco di Enrico Catania, ma soprattutto entrare  sempre più in sintonia con i compagni di squadra all’interno dello spogliatoio. Terminato il richiamo di preparazione, tra due giorni la parola passerà al campo. Perché c’è da tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica, cercando di evitare i play out a fine aprile.

Continua a leggere altre notizie su
Castell'Umberto