98zero

Altro stop della raccolta rifiuti a Capo d’Orlando

Capo d’Orlando – Questa mattina era prevista la raccolta della carta e cartone ma gli operai addetti si sono riuniti in assemblea.

Non è la prima volta e sospettiamo non sia nemmeno l’ultima. Gli operai della ditta addetti alla raccolta dei rifiuti si sono riuniti in assemblea e successivamente convocati dal Sindaco Franco Ingrillì. Ma se da un canto i dipendenti della ditta reclamano il pagamento degli stipendi dei mesi di novembre, a breve dicembre e della tredicesima, dall’altro il Comune di Capo d’Orlando ha dichiarato di aver provveduto ad emettere i mandati lo scorso 20 dicembre ma che per problemi strettamente burocratici, legati secondo il primo cittadino all’istituto bancario, non si è provveduto alla liquidazione.

Ma è possibbile interrompere un servizio senza preavviso? Secondo Ferdinando Vento della Fidael Igiene Ambientale “I dipendenti si sentono presi in giro e ad oggi la ditta non è in grado di pagare gli arretrati. Da giorni era nell’aria la convocazione dell’assemblea dei lavoratori per il mancato pagamento degli stipendi. La ditta deve mettere in conto i rischi di impresa e il problema non può essere riversato esclusivamente sulle spalle dei lavoratori”.

Il Sindaco replica contestando la repentinità dello stop del servizio. “Bisogna risedersi al tavolo per chiarire tanti aspetti perché il servizio deve essere svolto con soddisfazione di tutti. Eventuali assemblee dei dipendenti devono essere comunicati in tempo per far si che si possa ovviare al disservizio”.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando