98zero

Annullo filatelico per la Tonnara

Gioiosa Marea – No all’oblio sull’antica Tonnara di San Giorgio. Un annullo filatelico dedicato da Poste Italiane a bollarne l’importanza.

“La Tonnara di San Giorgio. A 120 anni dalla prima lattina serigrafata”, questo l’evento organizzato dall’associazione “Cittadini Residenti e Non San Giorgio di Gioiosa Marea” per riaccendere i riflettori su quella che un tempo è stata l’attività traino – e fiorente – della comunità sangiorgese che pure all’estero ne esportava il prodotto.

Nel salone parrocchiale della chiesa dello Spirito Santo di San Giorgio il 14 e 15 dicembre sopraggiungeranno storici ed esperti per rilevare il passato eccezionale della Tonnara, che non può smettere di farsi sentire.

A dare slancio indelebile alla manifestazione, un annullo postale che marchierà cartoline e folder (dalle immagini marinaresche), con tanto di francobollo dedicato.

Un evento unico, facilmente inteso dagli appassionati filatelici ma pure da chi vorrà assicurarsi un timbro irripetibile, cosa che ne determina un plusvalore di cui non è prevedibile l’entità futura.

L’associazione “Cittadini Residenti e Non San Giorgio di Gioiosa Marea” ha provveduto alla stampa “in numero limitato” di cartoline da collezione, disponibili nella due giorni così programmata: dalle ore 9.30 alle 13.00 di venerdì, mostra a cura del prof. Marcello Mollica con annessa rappresentazione fotografica e video sulla tonnara e sulle tradizioni popolari. Nella stessa fascia oraria del giorno seguente, una mostra aperta al pubblico, a cura della prof.ssa Angela Salmeri. Nel pomeriggio dello stesso sabato, dalle 15.30 si potranno acquistare le cartoline da collezione a tiratura limitata “con l’annullo di Poste Italiane”. Dalle 16.00, interverranno al convegno Giuseppe Alibrandi, Elina Gugliuzzo, Giuseppe Restifo, Angela Pipitò e Massimo Tricamo.

Da qui, solo per altri 60 giorni ancora sarà possibile richiedere l’annullo filatelico. A tal proposito ci si potrà recare, limitatamente a questo lasso di tempo, presso lo sportello filatelico dell’Ufficio postale di Patti, in via Garibaldi.

Trascorsi i tassativi due mesi, il “guller” commemorativo della Tonnara non potrà più essere richiesto e lo speciale timbro verrà trasferito al Museo Storico Postale di Roma.

Continua a leggere altre notizie su
Gioiosa Marea
Invia una Segnalazione