98zero

Un convegno all’ITIS “Torricelli” sull’inviolabilità dei diritti umani

Sant’Agata Militello – Questa mattina, in occasione del 70′ anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, alle ore 10:30, presso l’Auditorium dell’ ITIS “E. Torricelli”, si è tenuto il Convegno dal titolo: “L’inviolabilità dei diritti umani, ‘DNA’ della Costituzione italiana”. Al convegno hanno assistito un centinaio di studenti delle classi quarta e quinta delle 5 specializzazioni dell’Istituto.

La Dichiarazione universale dei diritti umani è il risultato delle riflessioni e analisi delle generazioni che hanno sofferto gli effetti nefasti della seconda guerra mondiale con le sue atrocità, morti e discriminazioni. Il nazismo in Germania con i campi di concentramento e il fascismo in Italia con le leggi razziali sono stati regimi politici che hanno trascinato tutta l’Europa in una guerra terribile durata 6 anni e costata la vita a milioni di persone in tutto il mondo. Per queste ragioni, la Dichiarazione deve essere il faro che guida tutte le generazioni future verso i concetti di uguaglianza e fratellanza tra i popoli.

All’iniziativa dell’ITIS “E. Torricelli” hanno partecipato come relatori gli avvocati Salvatore Mancuso ed Antonio Araca.

A coordinare la giornata la prof.ssa Mariangela Gallo, sceneggiatrice e regista del cortometraggio:

“Lacrime A /mare”, proiettato prima della conferenza. I lavori sono stati aperti dalla prof.ssa Dominga Rando che ha ricordato l’ importanza del rispetto della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e che la nostra Carta Fondamentale, benché antecedente, contiene articoli che parlano di solidarietà ed accoglienza.

L’avvocato Salvatore Mancuso, con passionalità e grande capacità oratoria, ha svolto un intervento imperniato su un excursus sui diritti Umani, partendo dall’antica Grecia, soffermandosi sulle Costituzioni americana e francese per poi analizzare gli articoli 2 – 3 e 10 della Costituzione italiana comparati a quelli della Dichiarazione Universale.

L’avvocato Antonio Araca ha improntato la sua relazione sui diritti negati, interagendo con gli studenti e studentesse partecipanti, portandoli a ragionare e riflettere sui tanti luoghi comuni, stereotipi e pregiudizi di cui sono vittime le persone che hanno come fonte d’informazione solo i social.

In conclusione la prof.ssa Gallo ha sottolineato la considerevole importanza della scuola per lo sviluppo della capacità critica ed empatica delle nuove generazioni.

Il Convegno è inserito nel progetto/Concorso: “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione”, che quest’anno vedrà gli studenti dell’ITIS “Torricelli”, impegnati nella realizzazione di un sito internet su Emigrazione/Immigrazione: “Sotto la pelle il sangue è rosso”.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo
Invia una Segnalazione