98zero

Cominciato il processo d’appello “gettonopoli”. In primo grado 17 consiglieri condannati

Messina – È cominciato a palazzo Piacentini il processo d’appello su Gettonopoli, l’inchiesta sulle presenze lampo dei consiglieri comunali alle sedute di commissione.

In primo grado sono stati condannati 17 consiglieri comunali. Adesso i loro difensori stanno provando a far ribaltare la sentenza. Tra gli avvocati spicca il nome del professore Carlo Taormina che ha assunto la difesa dell’ex consigliere Santi Daniele Zuccarello e che ieri in udienza ha sottolineato come “il sistema vada certamente rivisto”, ma ha ribadito “però il reato non c’è”.

Sono state ascoltate dalla Corte le tesi dei difensori su Libero Gioveni e Piero Adamo.  Linea comune è stata il sottolineare come partendo dal presupposto che il funzionamento dei lavori delle commissioni consiliari sia da rivedere,  e che percepire il gettone di presenza per sedute poco utili e a volte “lampo”, possa essere sindacabile, resta il fatto che il reato penale contestato dalla Procura non c’è.  Udienza aggiornata al prossimo 12 dicembre. Lo scorso 15 novembre il sostituto procuratore generale Felice Lima ha chiesto l’assoluzione per i reati di falso nei confronti di presidenti e segretari di commissione dell’epoca e la conferma per il resto. Per Nora Scuderi e Libero Gioveni, la richiesta di assoluzione prevede la formula «perché il fatto non sussiste». Stesso discorso per Piero Adamo, Nicola Cucinotta e Giovanna Crifò.

Queste le condanne in primo grado: 4 anni a Nino Carreri, Santi Sorrenti, Andrea Consolo, AngeloBurrascano, Pio Amedeo, Nicola Crisafi e Carmelina David; 4 anni e tre mesi per Fabrizio Sottile e Paolo David; 4 anni e 6 mesi per Carlo Abbate, Daniele Zuccarello e Benedetto Vaccarino; 4 anni e 8 mesi per Piero Adamo e Nicola Cucinotta; 4 anni e 10 mesi per Giovanna Crifò. Condannati a tre mesi Nora Scuderi e Libero Gioveni per i quali il pm aveva chiesto l’assoluzione. Per tutti interdizione dai pubblici uffici per la durata di 5 anni.

Continua a leggere altre notizie su
Messina