98zero

Il Comunerinuncia a Taormina Arte per la grave crisi economico-finanziaria dell’Ente

Messina – Un recesso unilaterale quello deciso dall’assessore alla Cultura Roberto Trimarchi e dal sindaco Cateno De Luca che hanno comunicato di voler far uscire il comune di Messina da Taormina Arte.

E’ quanto si legge in una delibera di giunta in cui si dichiara di “rinunciare a far parte del novero dei soci fondatori della fondazione Taormina Arte Sicilia, e per l’effetto recedere unilateralmente dall’adesione per giusta causa”. Non una scelta che arriva inaspettata. Più volte il sindaco aveva manifestato le sue perplessità su questa partnership con la perla dello Ionio. A motivarne la scelta è “la grave situazione economico-finanziaria in cui versa l’ente” che come si legge nella delibera “non consente il conferimento di alcun contributo finanziario patrimoniale, e tale situazione si configura quale giusta causa di recesso, in considerazione che il Comune di Messina risulta essere socio fondatore, e la sua associazione da ritenersi a tempo indeterminato, stante l’assenza di alcuna previsione statutaria sul recesso degli associati”. “La rinuncia non determina alcun effetto economico sulle attuali consistenze patrimoniali dell’ente, -spiega l’amministrazione – atteso che la quota già versata di 120mila euro a titolo di apporto finanziario al fondo di dotazione, è stata impegnata con determina dirigenziale del 14 novembre 2008″,

Continua a leggere altre notizie su
Messina