98zero

Ponte di Calderà, si sblocca lo stallo. La Cogemar rinuncia

Barcellona – La Cogemar ha comunicato la sua decisione di rinunciare alla sottoscrizione del contratto per la costruzione del Ponte di Calderà qualora la misura interdittiva a suo carico non venga revocata prima della stipula.

Se l’interdittiva dovesse essere revocata, la società rimarrebbe al suo posto nel conrsorzio di imprese in quota parte. La Cogemar ha presentato via pec all’ufficio tecnico comunale ma anche al responsabile del procedimento della Provincia e della Prefettura le sue controdeduzioni. Le altre due partecipanti all’Ati potranno firmare il contratto, modificando la quota parte di partecipazione. L’azienda ha parlato anche dell’interdizione come grave danno nei confronti di una società che, negli ultimi dieci anni, ha dato un contributo  importante nella lotta alle estorsioni, raccontando il sistema utilizzato dal racket e denunciando i vertici della famiglia mafiosa barcellonese.

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona