98zero

Ancora rapine a Messina. Due quelle messe a segno a distanza di un’ora una dall’altra.

Messina – A fruttare di più ai rapinatori è stata quella ai danni della gioielleria De Maria in via dei Mille in pieno centro.

Proprio prima dell’ora di chiusura, alle 19,30, tre malviventi con il volto coperto hanno suonato alla campanello. La titolare della gioielleria, forse senza prestare la giusta attenzione ha aperto la porta. Una volta all’interno del negozio, armati di pistola in pochi minuti i tre malviventi hanno preso quanto trovato nelle vetrine e anche alcune marmotte portando via persino la borsa della proprietaria. Subito dopo sono fuggiti a bordo di uno scooter facendo perdere le tracce. Un’operazione rapida molto simile alla rapina della gioielleria dello scorso 19 novembre e fruttata oltre 100 mila euro il bottino portato via dai malviventi. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia centro.

L’altra rapina è stata messa a segno invece ale 18,30 in una tabaccheria alle spalle dello stadio Celeste. Due uomini con il volto coperto da scaldacollo e disarmati hanno minacciato titolare e dipendenti costringendoli a consegnare quanto era contenuto nel registratore di cassa. Anche in questo caso sull’episodio le indagini sono affidate ai carabinieri che hanno raccolto la testimonianza delle persone presenti e si sono fatti dare una descrizione dei banditi. Sono stati acquisiti i filmati delle videocamere di sicurezza dei due esercizi commerciali e anche quelli dei negozi vicini nel tentativo di risalire all’identità dei rapinatori.

Continua a leggere altre notizie su
Messina