98zero

La discussione sul Bilancio 2018 potrebbe infiammare il Consiglio comunale

Patti – Martedì il Consiglio comunale è chiamato ad affrontare parecchi punti, tra cui la discussione sul ritardo nell’approvazione del bilancio 2018. Sarà bagarre politica?

La perimetrazione del nuovo Parco Archeologico di Tyndaris e l’adesione al Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima sono solo alcuni degli argomenti che l’assise cittadina sarà chiamata a discutere nel prossimo Consiglio comunale, convocato in seduta ordinaria alle 15.30 di  martedì prossimo. All’ordine del giorno tanti altri argomenti di rilevanza pubblica, tra cui la discussione sui lavori di riqualificazione del quartiere Sant’Antonio Abate e quella sul miglioramento della viabilità cittadina, sollecitate dai consiglieri di opposizione Impalà, Di Santo, Tripoli, Prinzi, Gregorio Nardo e Cimino.

In scaletta anche l’argomento, sollecitato sempre dalla minoranza, relativo agli interventi urgenti da porre in essere all’interno della zona degradata di via Gatto Ceraolo – Salita Feluca e nelle contrade Belfiore, Mulinello e Mancuso, dove nelle settimane scorse sono stati segnalati diversi problemi inerenti le condizioni delle arterie comunali, la vetustà dell’impianto di illuminazione pubblica e il singhiozzante sistema di raccolta differenziata porta a porta. Spazio anche alla richiesta di chiarimenti sulle sorti dell’ufficio postale di Mongiove e alla discussione in merito al regolamento di manomissione del suolo pubblico. La minoranza intende, inoltre, aprire un confronto sulla recente istituzione dei parcheggi a pagamento in centro città e in corso Matteotti (entrati a regime martedì scorso) e chiedere spiegazioni circa la mancata convocazione della I e della II Commissione consiliare, riaprendo, su quest’ultimo punto, una questione che ha di recente contrapposto l’intero blocco di opposizione al consigliere di maggioranza Melina Virzì.

Ma il dibattito politico sembra destinato ad infiammarsi sulla discussione relativa al ritardo nell’approvazione del Bilancio di previsione 2018: circostanza che secondo il consigliere Filippo Tripoli, seguito a ruota dagli esponenti della minoranza, potrebbe generare gravi ripercussioni per il Comune, a partire dal congelamento delle procedure di stabilizzazione per i lavoratori precari in forza all’ente di Palazzo dell’Aquila.

Continua a leggere altre notizie su
Patti