98zero

Enrico Catania nuovo allenatore dell’Umbertina

Castell’Umberto – Sette partite. Tanta è durata l’esperienza di Piero Mancuso sulla panchina dell’Umbertina.

Il tecnico di Sant’Agata lascia infatti la formazione di Castell’Umberto dopo nemmeno due mesi di campionato e aver conquistato due vittorie a Montagnareale e in casa con il San Basilio. Al suo posto arriva Enrico Catania, che quindi intraprenderà l’ennesima esperienza di allenatore. Tra le ragioni che hanno portato all’esonero di Piero Mancuso, sono stati sicuramente i risultati negativi  che sono maturati in questo primo scorcio di campionato. In tal senso, al di là dei due successi, i rossoneri hanno solamente conosciuto la sconfitta, tutte maturate per circostanze diverse tra loro. Gli alibi però non mancano. Perché purtroppo Mancuso si è trovato a che fare con un organico un po’ inesperto per la categoria, soprattutto perché annoverava degli elementi molto giovani ma che rappresenteranno sicuramente il futuro della società nei prossimi anni.

Con il suo arrivo in estate, l’impressione è che il gap dell’inesperienza potesse essere colmato dalla sua lunga esperienza come giocatore, insieme alla sua voglia di trasmettere la giusta mentalità vincente. Cosi però non è stato, come hanno dimostrato i risultati che lo hanno portato all’esonero. Come detto prima, spetterà quindi a Enrico Catania raccoglierne l’eredita. Il tecnico orlandino, già da domani durante la ripresa degli allenamenti inizierà la sua avventura sulla panchina rossonera, col primario obbiettivo di iniziare subito a prendere confidenza con tutti gli elementi della rosa. In più a Catania  spetterà compito di rimotivare la rosa in tutti i suoi effettivi, contemporaneamente inizierà a lavorare con tutti gli elementi a sua disposizione, nel tentativo di trovare subito l’alchimia vincente. Inoltre tra i suoi pregi ci sono la grinta e la personalità ma soprattutto il saper tenere a compatto tutto lo spogliatoio, situazioni che devono assolutamente tornare utili nel raggiungimento dell’obbiettivo salvezza. Con il suo arrivo a Castell’Umberto, la domanda che adesso si pone tutto l’ambiente rossonero è : con quale sistema di gioco schiererà l’Umbertina in campo ?. L’impressione è che nelle prime partite Catania si affiderà al 4-4-2, modulo sulla carta più facile da mettere in pratica soprattutto quando si subentra a stagione in corso. Successivamente con il mercato di dicembre ormai imminente, sessione che la dirigenza umbertina sfrutterà sicuramente percercare di portare qualche innesto in organico, ci potrebbe essere un cambio di sistema di gioco. Al di là di tutto questo, da giovedi occorre fare quadrato ed iniziare a lavorare a testa bassa, perchè l’esordio di Enrico Catania sulla panchina umbertina non si annuncia tra i più semplici. In tal senso, domenica è in programma il derby con la Nasitana in trasferta, gara che riveste un’importanza fondamentale per diverse ragioni. Prima fra tutte perché rappresenta uno scontro-diretto salvezza, allo stesso tempo in caso di vittoria servirebbe a ridare un po’ di morale alla squadra e potrebbe segnare l’inizio di un nuovo campionato per l’Umbertina.

Continua a leggere altre notizie su
Castell'Umberto