98zero

I Sindaci dei Nebrodi incontrano a Roma i vertici di Poste Italiane

Nebrodi – I Sindaci dei piccoli Comuni d’Italia, tra cui diversi primi cittadini dei paesi dei Nebrodi, hanno incontrato a Roma i vertici di Poste Italiane, con l’obiettivo di promuovere un dialogo diretto e permanente.

Poste Italiane punta ad attivare una serie di servizi dedicati alle realtà locali, che hanno meno di 5.000 abitanti, e a cercare di confrontarsi sulle esigenze specifiche del territorio.

Erano presenti all’incontro di Roma, che è stato promosso in collaborazione con l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e l’UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani), oltre 3000 Sindaci e amministratori, tra cui il Sindaco di Longi Antonino Fabio, l’Assessore di Galati Andrea Carcione, il Vice-Sindaco di Mirto Luigi Ialuna, l’Assessore di Torrenova Daniele Radice, e più di 100 fra parlamentari e autorità, ai quali il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto pervenire il suo messaggio di saluto.

I Sindaci dei Nebrodi hanno avuto l’occasione di relazionarsi con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con il Ministro dell’Interno e Vice-Presidente del Consiglio Matteo Salvini, con il Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, e con il Vice-Ministro dell’Economia e delle Finanze Laura Castelli.

Poste Italiane ha assunto vari impegni con gli amministratori, come il servizio di Tesoreria in collaborazione con CDP (Cassa depositi e prestiti), l’installazione di nuovi sportelli ATM, la fornitura di servizi presso la rete dei tabaccai e a domicilio, tramite i portalettere nei 254 Comuni non serviti da un ufficio postale, nuovi investimenti per rafforzare la sicurezza dentro e fuori gli uffici postali, il servizio Poste WI-FI gratuito in tutti gli uffici postali dei piccoli Comuni, il potenziamento delle risorse degli uffici postali nei Comuni turistici, e l’abbattimento delle barriere architettoniche negli uffici postali di oltre 1000 Comuni.