98zero

Torna a trasudare la statua di San Filippo di Agira. E’ la quarta volta da Luglio

Enna – E’ accaduto nuovamente: per la quarta volta da luglio, la statua di San Filippo di Agira nell’ennese torna a trasudare.

Nel pomeriggio di ieri una grande folla ha invaso la chiesa di Agira per assistere nuovamente alla sudorazione del Santo, tanto che il parroco, ha chiamato i carabinieri per contenere la folla. La diocesi di Nicosia ha da tempo aperto un’istruttoria per verificare la veridicità degli episodi. Anche la chiesa ortodossa, che venera lo stesso Santo, è interessata al fenomeno.

San Filippo, di origini siriane, venne inviato in Sicilia nel V secolo dopo Cristo per sconfiggere le forze del male e del paganesimo, e per assistere nella fede la popolazione dell’isola. Secondo una versione si stabilì in una grotta su un monte presso l’attuale Sant’Angelo di Brolo, poi da lì avrebbe raggiunto l’antica città di Agira. Un’altra versione, invece, attesta che visitò Faro Superiore, poi Limina per proseguire attraverso la costa ionica fino a Calatabiano. Da lì arrivò ad Agira dove continuò a predicare la parola di Cristo sino alla sua morte.

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia