98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Oggi torna in scena la cultura alla Biblioteca Regionale. “Lascia che sia”, poesia e musica

Messina – L’evento si terrà alle 17 presso il Salone degli Eventi della Biblioteca Regionale; ingresso gratuito senza prenotazione. Il Sapere è di tutti.

“L’Arte di Condividere”. È questo il Tema delle Giornate del Patrimonio 2018 che hanno avuto luogo il 22 e 23 settembre scorso.  La biblioteca regionale “Giacomo Longo” di Messina ha partecipato all’evento culturale con la manifestazione “LASCIA CHE SIA…” prove aperte”.

E proprio la Condivisione è stato il centro nevralgico della kermesse. Il pubblico ha avuto la possibilità di partecipare attivamente allo scambio culturale, ponendosi non solo come fruitore, ma anche come mezzo di ispirazione di nuove proposte artistiche. Un vero e proprio momento di art sharing.

Sulla stessa scia si terrà l’evento “LASCIA CHE SIA”: poesia, musica, pittura, filosofia, teatro, costume. Le arti come espediente salvifico, come momento di purezza emotiva in cui scevrarsi dalla convenzionalità quotidiana e immergersi nell’esperienza di artisti e intellettuali condividendone empaticamente il vissuto. Nasce come esperimento di propagazione culturale. Di comunione artistica. Di indagine nel passato di pensatori e pensatrici per comprenderne le ragioni esistenziali matrici del loro attuale modus cogitandi.

Ogni arte, a suo modo, funge da evocatrice. Obiettivo dell’artista è emozionare ed emozionarsi. E ogni arte è un focolaio di emozioni soggettive e individuali, attraverso cui rivivere le esperienze degli intellettuali protagonisti dell’evento.

Protagoniste della manifestazione di oggi, venerdì 16, saranno POESIA E MUSICA.

Oggetto della condivisione saranno letture drammatizzate nelle forme di interviste giornalistiche, e momenti di reading poetici di composizioni di autrici e autori del 500 e contemporanei intervallati da momenti musicali jazzistici dell’ormai nota Rosalba Lanzarotto, Docente e presidente dell’Avantgarde Music School, accompagnata da tastiera e batteria e da approfondimenti di critica musicale.

“La musica offre alle passioni il mezzo di godere di se stesse”, così diceva Friedrich Nietzche. Attraverso il filo conduttore di tutte le arti, la musica, lo spettatore, potrà così vivere un’esperienza sensoriale: nell’antichità greca la poesia e la musica erano un’unità inscindibile; ritmo, armonia e parola: frutto della cosiddetta “melodia”.

Oggi ogni arte è dotata di un proprio codice linguistico; ciò non impedisce di godere, attraverso l’unione di musica e parole, di momenti di “ex-stasis”, di vera e propria “emigrazione” dal frastornante mondo odierno. Mondo in cui vige il caos più totale. Mondo in cui il sentire è legato esclusivamente ad una sensazione fisica e non al sentimento soggettivo. Grazie alla musica questa “viaggio” all’interno dell’animo umano degli artisti e delle loro esperienze di vita vissuta sarà reso sicuramente più suggestivo e in grado di esaltare e imprimere nella memoria il significato più profondo delle parole dei protagonisti di questo evento culturale.

L’evento sarà impreziosito da un’esposizione bibliografica a tema con testi,su tutte le forme artistiche indagate, tratti dalle collezioni della Biblioteca Regionale, fra le quali non mancheranno edizioni rare e di pregio.

La Dirigente Responsabile della Biblioteca, la dott.ssa Tommasa Siragusa, coordinatrice dell’evento, è stata affiancata dai seguenti curatori: la prof.ssa Gabriella Bertuccini, Docente di Scienze Sociali presso il Liceo cittadino “ E. Ainis” e ideatrice del progetto, la prof.ssa Angela Barresi Docente e Presidente dell’Associazione culturale “ Amici della Scocca”e la dott.ssa Rosalba Lazzarotto, Docente e Presidente dell’Associazione culturale “ Avantgarde”.

Il prossimo appuntamento con la manifestazione “ LASCIA CHE SIA…” sarà a Messina il 14 dicembre alle ore 17, presso i locali dell’Associazione culturale “Avantgarde”.

Continua a leggere altre notizie su
Messina