98zero

Il Maestro Salvatore Percacciolo ringrazia ufficialmente il Sindaco Zingales

Mirto – Il Maestro Salvatore Percacciolo, neo-direttore dell’Orchestra Giovanile Siciliana, ha ringraziato in maniera ufficiale, con una lettera, il Sindaco Maurizio Zingales, gli amministratori e tutti i cittadini mirtesi, per l’affetto e la grande partecipazione dimostrata.

Nella sua lettera il Maestro Percacciolo ricorda la sua infanzia, trascorsa a Mirto, e si dichiara felice di ritornare nella sua terra natia, per svolgere un ruolo così prestigioso.

Questo il testo integrale della lettera di Salvatore Percacciolo:

Dopo aver letto con estrema gioia il comunicato del Sindaco Maurizio Zingales, a seguito della mia nomina come direttore dell’Orchestra Giovanile Siciliana, non potevo non ringraziarvi in maniera ufficiale uno per uno, per il vostro affetto e per la vostra grande partecipazione.

Sono io ad essere orgoglioso di essere nato e cresciuto nel nostro meraviglioso paesino dai contorni morbidi, come un quadro di Tiziano. Sarei un ipocrita a non riconoscere quanto Mirto, grazie alla sua più che centenaria tradizione musicale, mi abbia supportato nell’input iniziale dello studio della musica. La Sicilia intera mi è sempre stata a cuore proprio per la sua grande creatività e per la sua incredibile varietà paesaggistica e culturale, tanto da non averla mai abbandonata del tutto. Oramai sono diversi anni che collaboro con due tra le istituzioni musicali più importanti della nostra isola, l’Orchestra Sinfonica Siciliana e il Teatro Bellini di Catania, e adesso è arrivato questo impegno che mi vedrà ancora più presente sul territorio.

Un’orchestra è uno strumento fatto di persone umane, è uno strumento pensante che ha una sua personalità, un suo suono, una sua identità. Una compagine giovanile, invece, è un’anima pura, è piena di entusiasmo, di aspettative e bisogna formarla in tutti i suoi aspetti. Per questo motivo, più che di un impegno prestigioso, mi sento investito di una grande responsabilità umana e musicale, che spero di portare a compimento nel migliore dei modi. Metterò a disposizione loro tutta la mia esperienza, acquisita in questi anni di studio e lavoro, che hanno avuto il loro “là” proprio nel lontano 1984 in una di “li quattru casuzzi” del nostro amato borgo.

Prima di concludere volevo farvi riflettere sull’importanza della musica per ognuno di noi. Ogni giorno, quando apro una partitura, imparo dalla musica stessa come vivere il mio quotidiano e in che direzione lanciare la mia vita. La musica ci insegna ad amare e nello stesso tempo a soffrire, ci insegna ad ascoltare, a respirare, a pensare, la musica unisce, la musica è forza vitale.

Concludo porgendovi un invito a prendere parte al nostro primo concerto, che si terrà giorno 16 Dicembre al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo alle ore 16:00.

 

Continua a leggere altre notizie su
Mirto