98zero

Bergamo sbanca il Pala Fantozzi e vince dopo un supplementare 89 a 90

Capo d’Orlando – Interrompe in casa la striscia positiva di vittorie l’Orlandina Basket perdendo,dopo un supplementare contro Bergamo per 89 a 90.

L’Orlandina parte con la novità Bellan in quintetto affiancato a Parks, Triche, Laganà e Bruttini. Bergamo risponde con Roderick, Taylor, Fattori, Sergio e Benvenuti.

La gara si apre con le difese protagoniste ma è Fattori che riesce a scardinare quella paladina con due triple consecutive. Coach Sodini è costretto a fermare la partita con un time out dopo la terza tripla degli ospiti questa volta realizzata da Taylor a 5’55” dalla prima sirena sul 0 a 9. Dopo la sospensione arrivano puntuali i primi due punti dell’Orlandina con la penetrazione di Parks che appoggia a canestro. Dopo l’ennesima tripla di Fattori i padroni di casa cominciano a difendere a tutto campo e la reazione arriva. A 3’40” il punteggio è di 6 a 12 per Bergamo. Benvenuti fa 4 su 4 dalla linea della carità e riporta li ospiti sul più 10 (6-16). L’arresto e tiro da tre in contropiede di Triche infiamma il Pala Fantozzi ed a riaccendere la gara ci pensa ancora Parks. A 1’42” Dell’Agnello chiama time out sul 11 a 18. Triche è indemoniato soprattutto in difesa e recupera due palloni che si trasformano in 4 punti. La prima sirena suona sul 16 a 21.

La seconda frazione si apre con due punti di Fattori e la risposta da post basso di Lucarelli (18-23). Laganà mette la tripla del meno 2 (21-23). Risponde subito Bergamo con il tiro da tre di Casella. Si ripete il numero 5 degli ospiti sulla sirena dei 24 ma,anche in questo caso,risponde subito Laganà dai 6,75. A metà secondo quarto il tabellone recita 28 a 31. Il finale è spettacolare del secondo quarto. Un botta e risposta da due e da tre punti con Bergamo che mantiene due possessi di vantaggio. Sodini manda nella mischia anche il giovanissimo Giancarlo Galipò che riesce a rubare una palla a Taylor infiammando il Pala Fantozzi. Si va negli spogliatoi su 41 a 46 grazie al canestro sulla sirena di Bruttini.

Dall’intervallo lungo l’Orlandina rientra convinta e piazza subito una tripla con, manco a dirlo, Brandon Triche (44-46). Il canestro del pareggio arriva con Bruttini su assist pazzesco di Parks (48-48). Bergamo non ci sta e piazza subito un mini parziale di 7 a 0 con Sergio (3) e Zucca (4) che costringe Sodini al time out (48-55). Bergamo segna da tre con percentuali impressionanti che superano il 60 %. Fattori non sbaglia dai 6,75. A 5 minuti dalla fine del terzo parziale il punteggio è 56 a 60. Due su due di Parks dalla lunetta per il 58 a 60. All’ultimo intervallo si va sul 62 a 66.

I primi due punti dell’ultimo quarto sono dell’Orlandina che nell’azione successiva conquista palla in difesa ma la perde su palleggio di Laganà. Gli arbitri però vedono passi di Taylor e Dell’Agnello va su tutte le furie subendo un fallo tecnico. La formazione di casa non ne approfitta e dopo aver realizzato il tiro libero commette fallo in attacco (65-66). Il primo vantaggio della gara per i paladini arriva a 7’54” con la tripla di Laganà (68-66) che Sodini ha voluto lasciare in campo nonostante 3 palle perse consecutive e le proteste dei tifosi. L’Orlandina però comincia a sprecare troppi palloni in attacco e Bergamo ne approfitta piazzando un parziale di 9 a 0 (68-75). Una brutta tegola per l’Orlandina a 4’30” che perde Triche per 5 falli. La tripla di Bellan riporta i padroni di casa sul meno 6 (73-79) a 3’26” dalla sirena. La tensione negli ultimi minuti è altissima. A 140 secondi dalla fine della gara il tabellone dice 78 a 81. Una difesa pazzesca dei paladini costringe Bergamo a perdere palla e la successiva tripla di Lucarelli fa esplodere in Pala Fantozzi. A 40 secondi il punteggio è di parità 81 a 81. Bergamo sbaglia ma con 20 secondi a disposizione l’Orlandina non riesce a tirare e si va all’over time.

Segna subito Parks ma risponde dalla lunetta Roderick che però commette l’ingenuità di fare il quinto fallo successivamente su Bellan. A due minuti dalla fine del supplementare il punteggio è di 85 a 86 con il due su due di Bruttini dalla linea della carità. Un gancio di Fattori porta Bergamo di nuovo sul più tre ma Bruttini sulla sirena segna da sotto (87-88). Bruttini anche dalla lunetta mantiene una calma serafica ed a 11 secondi dalla sirena segna i due punti del nuovo vantaggio Orlandina (89-88). Taylor subisce fallo e realizza entrambi i liberi a 7 secondi riportando Bergamo avanti 89-90. Dopo il time out l’Orlandina spreca la gestione dell’ultimo possesso ed in 7 secondi non riesce a costruire un tiro costringendo Parks a provarci da centrocampo. Finisce con la vittoria di Bergamo una bella partita.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando
Invia una Segnalazione