98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Rocca batte il Gangi, Acquedolci raggiunto in vetta dalla Cephaledium

Capri Leone – L’Usd Rocca di Capri Leone ha battuto in casa 3-1 il Gangi, nell’ottava giornata del Campionato di Promozione Girone B.

La formazione caprileonese, allenata da mister Lombardo, torna dunque al successo, dopo la sconfitta nel derby contro la Torrenovese dello scorso turno, e raggiunge il Sinagra al quarto posto in classifica con 15 punti.

Grande protagonista del match è stato Ninni Carrello, autore di una doppietta e del terzo gol personale nel torneo, mentre l’altra rete è stata messa a segno da Mattia Protopapa, alla quarta marcatura stagionale. Per il Gangi invece il gol è stato siglato da Butera, alla sesta rete in campionato.

Parte subito forte il Rocca e dopo soli 30 secondi Carrello scatta sul filo del fuorigioco e impegna il portiere ospite Muratore, bravo a respingere in angolo. Al 4′ grande azione di prima dei locali; Lombardo, su cross di Protopapa, serve di testa Di Giandomenico il quale, con una bella girata al volo, va vicino alla rete del vantaggio. Continua a spingere il Rocca e al 6′ Protopapa, servito da un lancio di Raneri, calcia oltre la traversa. Il Gangi si fa vedere in attacco al 10′ con una punizione dal limite di Di Vincenzo, che si perde a lato. Al 15′ il Rocca ritorna in avanti con una punizione di Di Giandomenico, che viene ribattuta da Muratore. Al 28′ l’estremo difensore locale Di Pane si supera, deviando in angolo una conclusione ravvicinata di Di Vincenzo. Il Rocca crea tre azioni pericolose nel giro di pochi minuti; al 32′ Lupica non sfrutta un errore del portiere Muratore e manda a lato, al 34′ Protopapa spreca una ghiotta occasione per il vantaggio, facendosi respingere il tiro da Muratore, mentre al 39′ un cross del terzino Incognito viene intercettato dal difensore avversario Attinasi. L’ultima azione del primo tempo è di marca ospite con Butera, che al 41′ non trova la via della rete da pochi passi.

Il Rocca inizia in avanti la ripresa. Al 48′ Carrello supera il portiere Muratore, ma sulla linea di porta riesce a liberare il capitano Mohamed. Al 49′ un colpo di testa di Raneri, su cross di Incognito, si perde oltre la traversa. Al 51′ il Rocca passa in vantaggio con Carrello, che insacca su preciso lancio di Lupica. Al 54′ il Gangi protesta per un presunto fallo di mano di Carcione, ma il direttore di gara Bonasera di Enna lascia correre. Al 58′ gli ospiti sfiorano il pareggio con l’ex Venuti che, su assist di Butera, manda sopra la traversa. Al 68′ il Rocca trova il raddoppio con Protopapa su assist del difensore Carcione, che si era sganciato in fase offensiva. Il Gangi riapre l’incontro al 71′ con il bomber Butera, che batte Di Pane dal limite dell’area. Al 74′ gli ospiti vanno vicinissimi al pareggio con una punizione di Di Vincenzo, che finisce sull’esterno della rete. All’81′ viene espulso per doppia ammonizione il difensore del Rocca Incognito. I locali continuano ad attaccare, nonostante l’inferiorità numerica, e Carrello all’85′ sigla la sua doppietta personale e il definitivo 3-1.

Nel prossimo turno il Rocca giocherà in trasferta contro la capolista Acquedolci, nella partita valida per la nona giornata di Campionato.

In testa alla classifica si trovano appaiate con 22 punti l’Acquedolci e la Cephaledium. Gli acquedolcesi hanno pareggiato 1-1 in trasferta contro il Sant’Anna e sono stati raggiunti in vetta, dopo 7 vittorie consecutive. Non basta agli ospiti il gol di Calafiore. La Cephaledium ha invece battuto in casa 3-2 la Santangiolese, grazie alle reti di M. Clemente, Mocciaro e G. Clemente. Inutili per la Santangiolese i gol di Traviglia e Crascì. Per le altre messinesi da segnalare la vittoria dell’Acquedolcese e la sconfitta del Sinagra. L’Acquedolcese è tornata al successo in casa 5-1 contro il fanalino di coda Gioiosa, grazie alla doppietta di Marandano e alle reti di Iannolino, Di Bartolo e Barca. Il Sinagra ha perso in casa 1-0 contro il Milazzo, con il gol di Coulibaly. Infine pareggio a reti bianche tra Iniziativa-Due Torri e Torrenovese.

Continua a leggere altre notizie su
Capri Leone