98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Pioggia di fondi sui Nebrodi. Le parole di Di Pane, Riotta e Borrello

Frazzanò – Pioggia di fondi sui Nebrodi per la riduzione del rischio idrogeologico e contro l’erosione costiera, stanziati per la provincia messinese circa 23 milioni e 300 mila euro, su 44 milioni di euro, frutto di un aggiornamento dell’Accordo di programma tra la Regione siciliana ed il ministero dell’Ambiente.

“A Frazzanò- afferma il sindaco Gino Di Pane- sono già esecutivi e cantierabili, due progetti per complessivi  5 milioni di euro, che consentiranno, entro un anno, di mettere in sicurezza il 90 per cento del paese, entrambi per la riqualificazione del centro abitato a monte di via della Libertà.

“ Tre le strade principali- precisa Di Pane- che saranno consolidate, che attraversano il municipio e le due scuole, interventi tutti a tutela dei beni immobili del comune. Previsto il rifacimento della fognatura, del sistema della raccolta delle acque bianche, la messa in sicurezza e stabilizzazione dei pendii, a valle del centro abitato, che si erge su una zona ad altissimo rischio R4. A giorni scatterà un altro finanziamento per la sistemazione della zona a valle di circa 2 milioni e 300 mila euro”.

Gli altri interventi riguardano Messina, sul litorale tirrenico, tra i torrenti Tono e Gallo, per la manutenzione delle barriere frangiflutti esistenti per tre milioni di euro, Montalbano Elicona con un finanziamento di 2,4 milioni di euro per la frazione Santa Maria, Raccuia per il consolidamento del centro abitato San Nicolò-Carrovetta, per un totale di 1,8 milioni di euro. Ed ancora a San Teodoro, destinati 2,3 milioni di euro per il centro abitato a valle della via degli Angeli.

“A Militello Rosmarino – afferma il sindaco Salvatore Riotta- andranno due milioni di euro per il consolidamento della strada del costone che, sovrasta la chiesa della Madonna del Soccorso e parte della via Cimitero”.

“A Capri Leone- dichiara il primo cittadino Filippo Borrello- sarà messo in sicurezza il centro storico , con il consolidamento dell’antico Torrente “Paliace”, per un importo di 1,2 milioni di euro, per evitare esondazioni e smottamenti , in caso di abbondanti precipitazioni. Il progetto è già stato redatto e, sono in itinere, anche altri finanziamenti per la messa in sicurezza del torrente”.

Infine 2 milioni di euro sono stati destinati a Castelmola, per completare il consolidamento del costone roccioso, a valle del centro abitato Cuculunazzo – Sottoposta,  1,5 milioni ad Itala  per la regimentazione idraulica dell’area franata, in località Casaleddu e 1,9 milioni di euro, a Fiumedinisi, per contrada Fontana.

Continua a leggere altre notizie su
Frazzanò