98zero

L’Orlandina vince dopo un supplementare contro Treviglio 80 a 74

Capo d’Orlando – C’è voluto un over time per avere la meglio di Treviglio per l’Orlandina che conquista così i primi due punti della stagione.

L’Orlandina parte con Bruttini, Laganà, Lucarelli, Triche e Parks. Risponde Treviglio con Olasewere, Borra, Caroti, Pecchia e Frassineti .

I primi due punti della gara sono di marca paladina con una tripla di Laganà. Risponde subito Treviglio con canestro e fallo subito di Pecchia che dalla lunetta concretizza il gioco da tre punti. Gli ospiti si portano avanti con la tripla di Frassineti (3-6) ma da sotto Bruttini,su ottimo assist di Parks accorcia (5-6). Borra e D’Almeida però colpiscono da sotto e Treviglio è di nuovo avanti a metà primo parziale 7 a 12. I due americani di Capo d’Orlando suonano la carica e riportano sotto i compagni con due azioni spettacolari. A 3’30″dalla prima sirena il tabellone recita 11 a 15 per gli ospiti. Entrano in campo forze fresche per l’Orlandina che riescono a ricucire lo strappo tentato da Treviglio. Ottimo impatto sulla gara di Lucarelli e Mei. Si va al primo riposo con i padroni di casa avanti di due (19-17).

Il lungo di Treviglio Jacopo Borra ha una mano educata dai 6,75 e piazza la seconda tripla personale della partita ad inizio secondo quarto. Taflaj fa due su due dalla linea della carità e gli ospiti sono di nuovo avanti. Ci pensa Mei con una tripla impossibile a riportare tutto in parità a 22. Non si segna ma, in compenso, si commettono numerosi falli. La partita naturalmente ne risente come anche lo spettacolo. La gara non viene nemmeno scossa da un tecnico fischiato a coach Vertemati per proteste. Nella sagra degli errori comunque Capo d’Orlando trova il massimo vantaggio a 2 minuti dall’intervallo lungo sul 29 a 22. In difesa la squadra di Sodini stringe le maglie e Treviglio non riesce più a segnare. Ad un minuti dalla sirena la tripla di Murabito, dopo una strepitosa azione difensiva di Bruttini,  significa più 10. D’Almeida schiaccia sulla sirena e si va all’intervallo lungo con il punteggio di 36 a 30.

Al rientro dagli spogliatoi è Bruttini a segnare da sotto due punti del più otto per i paladini (38-30). Lucarelli si riconferma in ottima forma e regala un assist al bacio a Parks che schiaccia per il più classico degli alley oop. La giocata che infiamma il Pala Fantozzi costringe coach Vertemati a chiamare time out sul 44 a 34 per i padroni di casa. Triche trascina i suoi con due penetrazioni dirompenti sul più 11 (48 a 37) a 3’50” dalla fine del terzo parziale. Treviglio però non ci sta ed approfittando dei numerosi errori offensivi dell’Orlandina riesce a riportarsi sotto sul 48 a 43 ad un minuto dalla terza sirena. Si va all’ultimo riposo sul 50 a 48 per i padroni di casa.

L’ultimo quarto comincia con due punti di Parks e la risposta da sotto d D’Almeida (52 a 50). Mei mette una tripla importantissima (55 a 50) e la difesa di Capo d’Orlando ritrova intensità. A 6’30” dalla fine della gara coach Sodini è costretto al time out in quanto Treviglio riesce ad approfittare degli errori dei padroni di casa e con una schiacciata di D’Almeida si riporta a meno tre (57-54). Nel momento più importante della gara Parks mantiene la calma dalla lunetta con un 4 su 4 inaspettato visto lo zero su tre precedente. Ad un minuto dalla fine ancora tutto da decidere con un tiro da tre punti di Treviglio ed il quinto fallo di Triche commesso in attacco (68-66). Quando mancano quattro secondi D’Almeida mette il canestro della parità (68-68) e Sodini chiama time out. L’azione non porta nulla di concreto dalle mani di Parks e si va al supplementare.

Parte subito bene l’Orlandina con un due su due di Laganà dalla lunetta ed una tripla di Lucarelli (73-68). Lucarelli si conferma elemento importantissimo dalla panca e concretizza un gioco da tre punti (78-72). Altro alley oop sull’asse Lucarelli Parks ed è 80 a 74. La partita finisce così con l’Orlandina che conquista i primi due punti della stagione.

 

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando