98zero

Inveisce davanti alla moschea e aggredisce un musulmano, obbligo di presentazione per un 45enne

Barcellona – I Carabinieri hanno notificato a un 45enne una misura di obbligo di presentazione emessa dal Gip Fabio Gugliotta, su richiesta del Sostituto Procuratore Alessandro Liprino. L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di danneggiamento e lesioni personali con l’aggravante di avere agito per finalità di
discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale o religioso commesse ai danni di un cittadino marocchino.
Il provvedimento cautelare scaturisce delle indagini della Stazione Carabinieri, avviate a seguito ad una lite avvenuta il 7 luglio nei pressi del centro di culto islamico della cittadina del Longano. Le investigazioni, sviluppate dalle testimonianze della vittima e suffragate dagli ulteriori riscontri acquisiti dai Carabinieri che hanno sentito numerosi testimoni, hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti raccogliendo
gravi indizi di colpevolezza a carico del 45enne, il quale – in stato di alterazione psicofisica per abuso di sostanze alcooliche – dapprima inveiva verbalmente contro alcuni stranieri di fede musulmana che erano in attesa di svolgere la preghiera, proferendo nei loro confronti frasi offensive dal contenuto discriminatorio e, successivamente, armato di una spranga di ferro, aggrediva un cittadino di nazionalità marocchina causandogli una frattura ad un piede. L’uomo si scagliava anche contro due passanti che avevano, inutilmente, tentato di calmarlo danneggiando con la spranga le loro autovetture.
A seguito del provvedimento cautelare, dovrà adesso presentarsi tutti i giorni presso la presso la Caserma dei Carabinieri di Barcellona P.G. in attesa del Processo.

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona