98zero

Tanto rumore per nulla. Slitta in autunno il ripascimento “tampone” tanto propagandato

Capo d’Orlando – Slitta all’autunno l’intervento tampone di ripascimento di sei tratti del lungomare paladino, finanziato dalla Regione, per un importo di 400 mila euro.

Il progetto, già consegnato brevi manu a Palermo,  prevede il versamento di cinquanta mila metri cubi di sabbia, che saranno prelevati in contrada Bagnoli ed alla foce del Torrente Zappulla, ma il disco verde della Regione tarda ad arrivare.

Così il sindaco Franco Ingrillì, dato che la stagione balneare è già partita, ha deciso di posticipare, al prossimo autunno,  gli interventi di difesa costiera, per non arrecare pregiudizio ai bagnanti.

I tratti di arenile che saranno tutelati sono ubicati lungo la strada che porta al depuratore di “ Tavola Grande”, a San Gregorio, tra la galleria e lo scoglio Garibaldi, dietro il Santuario, tra la curva del Faro ed il centro città, tra un pennello di scogli e l’altro.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando