98zero

L’uxoricidio-suicidio di Via Modica, reazioni dal mondo politico. Entrambe le salme all’autopsia

Barcellona- Maria Carmela Isgrò, 53 anni, era un’impiegata comunale. Alla sua vita ha posto fine il marito, Nicola Siracusa, 56 anni. L’uomo l’avrebbe strangolata a mani nude per poi impiccarsi nel garage accanto all’ingresso del palazzo in cui i due vivevano in appartamenti diversi. Ha lasciato prima in mansarda un biglietto e del denaro, quattromila euro in contanti. Sul foglio di carta ha spiegato che quei soldi erano per le spese funebri. Entrambe le salme saranno sottoposte a esame autoptico.

La tragedia di Via Modica ha subito suscitato le reazioni di cordoglio da Palazzo Longano. Il sindaco Roberto Materia ha diramato una nota: “Appreso con assoluto sconcerto dell’immensa tragedia familiare scoperta in queste ore dalle Forze dell’Ordine e che vede tra le vittime una dipendente del Comune, un doveroso silenzio di rispetto verso chi non è più tra noi accompagna il dolore e il cordoglio della Giunta Municipale e di tutta la comunità barcellonese e i loro sentimenti di vicinanza alla giovanissima figlia della coppia”.

Sul fatto è intervenuta anche la Deputata Ella Bucalo di Fratelli d’Italia: ““Dolore, rabbia e indignazione per ciò che è accaduto questo pomeriggio nella mia Barcellona Pozzo di Gotto. E’ un giorno molto triste per la nostra comunità e per tutte le donne. Dolore perché due vite sono state spezzate tragicamente dalla follia umana, rabbia perché purtroppo, ancora una volta, tutto lascia presupporre che si tratti di femminicidio. Una piaga sociale che non accenna a rallentare: il 37,1% degli omicidi italiani è un caso di femminicidio e nel 50% l’aggressore è il partner della vittima o l’ex fidanzato. Indignazione, infine, poiché possessione, gelosia, isolamento e disagio sociale, la base di queste incredibili tragedie. Da Donna e Deputato – conclude l’On. Bucalo – ritengo che bisogna ancora di più potenziare quei servizi come la mediazione familiare indispensabile per dirimere diatribe, rapporti burrascosi e maltrattamenti che sono la base di partenza di questi drammi”.

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona