98zero

Respinto esposto della minoranza contro il Presidente del Consiglio Comunale di Sinagra

Sinagra – Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica-Dipartimento Autonomie Locali, respinge esposto della minoranza contro la Presidente del Consiglio Lidia Gaudio.

Il Dipartimento Regionale Autonomie Locali, ha respinto l’esposto presentato nei mesi scorsi dal gruppo di minoranza “Valorizziamo Sinagra” contro la Presidente del Consiglio Comunale, Lidia Gaudio, accusata di “reiterata violazione del regolamento del Consiglio Comunale e dei diritti della minoranza”.

Secondo le  motivazioni della nota inviata il 02 luglio 2018 prot. N. 0009369, gli  uffici regionali affermano che “non si rilevano elementi che evidenziano alcuna violazione del Regolamento del Consiglio Comunale e dei diritti della minoranza da parte del Presidente del Consiglio Comunale”.

“Il procedimento viene così chiuso – afferma con soddisfazione la Presidente del Consiglio Comunale di Sinagra. Questa vicenda, venutasi a creare poco dopo la mia elezione alla carica di Presidente, mi aveva amareggiata, ma sicura del mio operato ho atteso la risposta del Dipartimento regionale, con la serenità che avevo manifestato fin da subito di fronte a quelle fantasiose accuse, frutto solamente di una campagna elettorale aspra e non ancora terminata per i tre consiglieri. Chiuso questo spiacevole episodio, ritengo che il Consiglio Comunale debba essere luogo di confronto positivo, il mio ruolo come ho fatto fino ad oggi nella gestione dell’Aula sarà al di sopra delle parti, perché tale è giusto che sia. Con la mia presidenza – continua – proprio per una maggiore trasparenza è stata introdotta per la prima volta a Sinagra la ripresa audio-visiva delle sedute consiliari, che vengono trasmesse in differita sul sito del Comune. Ritengo questa un’innovazione importante che dà ai cittadini la possibilità di poter essere ancora più partecipi all’azione amministrativa. La mia idea di democrazia è legata proprio a quanto sopra realizzato. Detto ciò, felice di aver messo la parola fine ad una irreale vicenda, ribadisco che resto concentrata sul mio ruolo e su quello che di buono si può fare per Sinagra”.