98zero

L’onorevole Ella Bucalo chiede un confronto sui contratti dei lavoratori di Poste Italiane

Barcellona – In relazione alla trasformazione di contratti da part time a full time, nell’ambito del progetto “Mix” che prevedeva il turnover in Poste Italiane, fra dipendenti che lasciavano anzitempo il posto di lavoro a parenti da loro segnalati, i deputati di Fratelli d’Italia Carolina Varchi e Carmela Bucalo, hanno depositato una risoluzione parlamentare.

Questa, se approvata, impegnerà il governo a convocare un tavolo tecnico con i rappresentanti di Poste Italiane, del ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Sicilia, “al fine di tutelare i lavoratori e garantire un miglioramento delle carenti condizioni in del servizio offerto attualmente dall’azienda di telecomunicazioni”. “La Sicilia – dichiarano i due deputati di Fratelli d’Italia – non può continuare ad essere penalizzata su ogni fronte. In una terra in cui la disoccupazione e’ ai massimi storici, un’azienda come Poste Italiane non può prevedere soltanto 38 conversioni in full time a fronte di oltre 800 lavoratori part time presenti e soprattutto zero stabilizzazioni a fronte della presenza di alcune migliaia di lavoratori precari del comparto postale. Un trattamento fortemente penalizzante da parte dell’azienda che garantisce centinaia di conversioni e di stabilizzazioni al nord e non garantisce prospettive future alle migliaia di lavoratori siciliani. Per non parlare delle inevitabili ripercussioni che questo ha sulla qualità e sull’efficienza nell’erogazione dei servizi alla collettività.