98zero

Via ai progetti di riqualificazione strutturale per tre scuole cittadine

Patti – Fari puntati sull’edilizia scolastica: bando in scadenza per l’adeguamento di tre edifici di proprietà comunale

Adeguamento sismico, potenziamento degli impianti, manutenzioni straordinarie e riqualificazioni strutturali. L’amministrazione comunale punta nuovamente i fari sull’edilizia scolastica, apprestandosi a depositare in Regione tre importanti progetti  per l’intercettazione di cospicue risorse economiche previste nell’ambito di un bando del Po-Fesr Sicilia 2014/20, diramato dall’assessorato regionale dell’Istruzione e in scadenza il prossimo 2 luglio.

Lo strumento prevede la possibilità di finanziare la realizzazione di interventi di messa in sicurezza e riqualificazione da effettuare esclusivamente su edifici di proprietà pubblica adibiti ad istruzione scolastica statale. In quest’ottica, la giunta ha individuato i tre stabili che ospitano la scuola media “Vincenzo Bellini” e le due scuole elementari “Lombardo Radice” del centro e “Tenente Natoli” di Patti Marina.

«Stiamo producendo un grande sforzo progettuale per partecipare al bando emanato dall’assessorato regionale. Abbiamo già affidato gli incarichi per le prove di vulnerabilità sismica, precondizione indispensabile per partecipare all’avviso pubblico», è il commento del sindaco Mauro Aquino.

Le risorse necessarie all’affidamento di queste prime indagini ammontano a 16 mila euro e provengono da fondi del bilancio comunale, nonostante la Regione si fosse impegnata  a coprire le prove di vulnerabilità attraverso appositi decreti di finanziamento. «Di queste somme – ha spiegato il primo cittadino – non abbiamo saputo più nulla, nonostante i fondi fossero già disponibili. Per cui il Comune ha dovuto mettere mano al portafogli, così come è stato fatto a gennaio per la scuola “Giuseppe Milici” di corso Matteotti».

L’obiettivo dell’amministrazione comunale consiste nel migliorare la sicurezza dei tre istituti scolastici cittadini, dotandoli al contempo di maggiori confort: «Non c’è una emergenza sicurezza – ha rassicurato Aquino – ma gli accorgimenti non sono mai abbastanza, soprattutto perché si tratta di edifici piuttosto datati e quindi riteniamo opportuno approfittare di questa occasione per reperire fondi necessari al loro potenziamento». Con l’adeguamento simico degli impianti, la manutenzione straordinaria, il rinforzo strutturale dei solai e la predisposizione di nuovi sistemi antincendio, le tre scuole cittadine potrebbero finalmente fare un salto di qualità .

Continua a leggere altre notizie su
Patti