98zero

La Giunta Mancuso adotta il Programma Triennale Opere Pubbliche periodo 2018 – 2020.

Sant’Agata Militello – La Giunta comunale di Sant’Agata Militello, presieduta dal sindaco Bruno Mancuso, ha adottato il Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il periodo 2018 – 2020 e l’elenco annuale dei lavori da realizzare nel 2018.

Inseriti complessivamente 105 interventi, 14 quelli nell’elenco annuale. Le categorie più consistenti riguardano le opere stradali (20) ed altra edilizia pubblica (20), la difesa del suolo (12), l’edilizia scolastica e sociale (12) e gli interventi per le risorse idriche (6). Rispetto al precedente programma, sono state eliminate sei opere, alcune delle quali già realizzate altre sostituite, ed inserite due nuovi previsioni di intervento. Riviste ed attualizzate le previsioni di spesa per ogni singolo intervento, i livelli di progettazione, il titolo e le fonti di finanziamento di alcuni interventi.

L’adozione del Programma Triennale delle Opere Pubbliche rappresenta un atto indispensabile per l’approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2018, di cui è documento preliminare obbligatorio. Trascorsi i trenta giorni di pubblicazione all’albo pretorio del comune (sono già disponibili la delibera di Giunta ed il programma completo di allegati) il piano sarà dunque sottoposto al Consiglio Comunale per l’approvazione definitiva unitamente al bilancio di previsione 2018, per il quale gli uffici sono già al lavoro. Lo strumento finanziario darà dunque la possibilità all’amministrazione di agire in piena operatività superando l’attuale fase di gestione provvisoria, nella quale sono consentite solo le spese obbligatorie per legge.

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’approvazione in tempi rapidissimi del piano triennale delle opere pubbliche – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Achille Befumo –. Stiamo cercando di accelerare su tutti i fronti al fine di poter dare le risposte in tempi rapidissimi. Nel piano triennale abbiamo dato priorità al completamento delle opere incompiute nonché ad una adeguata programmazione di altre opere finanziate (depuratore e rotonde) e da finanziare”.