98zero

Tortorici, verso l’inaugurazione dell’elisuperficie

Tortorici – Finalmente,  grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale di Tortorici e dell’Ufficio Tecnico Comunale, in particolare del Sindaco dott. Rizzo Nervo Carmelo  e dell’ Assessore al Bilancio ed al Patrimonio dott. Dario Paterniti Martello, l’elisuperficie sarà inaugurata nei primi giorni di settembre.

Nei giorni scorsi è stato avviato l’iter per l’autorizzazione alla fruizione ENAC, alla  riunione operativa hanno partecipato:  l’Amministrazione Comunale con l’Assessore Dario Paterniti ed il Geom. Sebastiano Germanà, la Direzione Lavori con l’Ing. Rosario Lo Monaco, il dott. Mallia Salvatore di Elisicilia, ente gestore delle emergenze, il consulente tecnico, Comandante Ing.  Pierluigi Fumagalli .

I lavori della moderna infrastruttura sono oramai in corso di ultimazione ; grande la soddisfazione espressa dall’assessore Dario Paterniti che ha dichiarato “L’opera, nella nuova versione della variante rappresenta una forma più avanzata (un vero e proprio Eliporto) delle strutture del genere con autorizzazione ai voli notturni, potrà finalmente essere utilizzata dalla comunità Oricense, ma anche da tutta l’area del Parco dei Nebrodi, per il soccorso sanitario, antincendio e per il trasporto persone, e sarà un presidio di prossimità che potrà salvare vite umane. Ecco perchè, nonostante i beceri attacchi di chi è contro i cittadini di Tortorici, e forse anche contro loro stessi, continuando  a distribuire  in paese carte false e buttare fango sulla città,  l’opera vedrà presto i nastri di partenza.  Invero, posso tranquillizzare la cittadinanza in ordine al costo della variante ed alla leva finanziaria della perizia che, come è noto, si è resa necessaria per cause di forza maggiore, che la stessa non grava e non graverà sulle casse comunali in quanto l’esigua somma necessaria al completamento impiegata dal Comune, cioè euro 129mila, è stata impegnata a valere del fondo investimenti della Regione Siciliana , ergo , essendo il predetto un fondo perduto, i cittadini non pagheranno un solo centesimo” .

L’opera è stata presentata dal Comandante Fumagalli che ne ha descritto  le caratteristiche peculiari –  essa nasce nella forma più avanzata di quelle che sono le strutture di questo genere esistenti a livello nazionale,  ma anche a livello internazionale, sia per quanto attiene al soccorso sanitario e in questo contesto anche all’intervento nell’antincendio boschivo-.

L’Ing. Fumagalli ha poi analizzato  i punti di forza della struttura, la quale  – sarà di estremo supporto  alla popolazione locale e  all’ambito sovracomunale dell’area nebroidea – e ha sottolineato che in futuro – potrà essere utilizzata, ove se ne riscontrasse la necessità e l’esigenza da parte dell’Amministrazione,  per il trasporto di passeggeri-.