98zero

Denunciato 29enne di Mistretta per reati in ambito agroalimentare

Mistretta – I carabinieri della Compagnia di Mistretta, unitamente ai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Catania, del Reparto Tutela Ambientale e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina, a conclusione di un’attività ispettiva, condotta nell’ambito della campagna congiunta dei reparti speciali nel settore agricolo agroalimentare, ambientale e nel contrasto al fenomeno del caporalato, lo scorso mercoledì, hanno deferito, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti, un 29enne mistrettese, residente nella città amastratina.

Il giovane, rappresentante legale di un’azienda zootecnica impegnata nella produzione e commercio di prodotti lattiero caseari, è ritenuto responsabile di aver realizzato, senza alcuna autorizzazione, un deposito incontrollato dall’estensione di circa 500 mq di deiezioni animali e dello smaltimento illecito delle stesse nella vallata sottostante all’azienda soggetta a vincolo paesaggistico. Nel medesimo contesto venivano sottoposti a sequestro amministrativo circa sei quintali di prodotti lattiero caseari, per la mancata rintracciabilità del prodotto ed altrettanti sei quintali venivano invece sottoposti a sequestro sanitario cautelativo poiché tenuti in cattivo stato di conservazione. I reati contestati vanno dalla “distruzione e deturpamento di bellezze naturali” al “deposito incontrollato di rifiuti ”oltre alle sanzioni amministrative per la “mancata rintracciabilità” degli alimenti e per il loro “cattivo stato di conservazione” in violazione di norme e regolamenti comunitari. L’area interessata è stata debitamente sottoposta a sequestro preventivo da parte dei militari dell’Arma.

Continua a leggere altre notizie su
Mistretta