98zero

Nibali al “Giro del Delfinato” in vista del Tour de France

Messina – Ormai  ci siamo. Ultimata la fase di preparazione in altura, Vincenzo Nibali ha cominciato a mettere nel mirino il primo obbiettivo stagionale del 2018: il Tour de France.

Il messinese con l’arrivo del mese di giugno ha deciso di prendere parte al Giro del Delfinato, definita come una delle più grandi classiche del ciclismo internazionale, utile a tastare già lo stato di forma fisico ed atletico dello Squalo dello Stretto in vista della corsa francese. Nella regione transalpina lo Squalo dello Stretto punta a ripetere la straordinaria impresa del 2014,  con l’obbiettivo di porre fine all’egemonia di Chris Froome, assoluto padrone della maglia gialla nelle ultime edizioni.

Il britannico del team Sky dopo aver conquistato il Giro D’Italia,  prenderà molto probabilmente  parte ( salvo sanzioni del Tribunale Antidoping )   anche al Tour de France ma dalla sua potrebbero esserci sulle gambe le fatiche della corsa rosa, dopo essere stato costretto a dare il massimo  nelle ultime settimane per conquistare il Giro. Conseguenza che potrebbe  quindi essere a vantaggio di Vincenzo, il quale ha già inaugurato il suo 2018 con l’impresa nello scorso mese di marzo alla Milano-Sanremo. Chris Froome ma non solo. Perché il ciclista della Bahran Merida dovrà confrontarsi anche con altri rivali che vogliono anche loro accapparsi della maglia rossa, come Nairo Quintana e Rigoberto Uran.

Come detto prima, il Giro del Delfinato rappresenta quindi il primo passo importante soprattutto perché la gara francese viene definita un mini Tour de France, perché le difficoltà di alcune tappe per certi versi andranno a ricalcare per certi versi quelle della corsa transalpina, soprattutto nella settimana conclusiva della manifestazione francese quando per Nibali ci sarà da giocarsi il tutto per tutto nel tentativo o difendere la maglia gialla conquistata già in precedenza oppure cercare di conquistarsela se il messinese si troverà nella condizione di essere ritardo nella  classifica generale, cercando quindi di sferrare un attacco ai più diretti rivali in lotta anche loro per la vittoria finale del Tour.

Continua a leggere altre notizie su
Messina