98zero

Il caso di Magda Scalisi a “Non è l’arena” di Massimo Giletti, su La 7

San Fratello – La trasmissione televisiva si è occupata della storia di Magda Scalisi, solidarietà le è stata manifestata dall’ex presidente del parco, Giuseppe antoci, in studio con lei e dal sindaco di san Fratello, Francesco Fulia e da Alessandro Magistro, presidente della Consulta dei Nebrodi, in collegamento da San Fratello.

Dal cuore del Parco dei Nebrodi, parte l’ambizioso progetto dell’imprenditrice palermitana Magda Scalisi, che dal 2016 gestisce il “ Rifugio del Parco” di San Fratello, per rilanciare il turismo e l’economia. Dal suo arrivo, la trentaseienne ha dovuto fare i conti con continui boicottaggi, minacce, discriminazioni, invasioni nell’immobile, sfociate nell’avvelenamento di otto dei suoi amati cani, ai quali adesso ha deciso di intitolare alcune delle 20 stanze del rifugio. “ Sono stata discriminata- afferma Magda Scalisi- in primis per essere donna e perché provengo da una città e sono considerata  “ una straniera”. Il mio desiderio è rendere questo rifugio , un luogo unico, in cui i visitatori potranno ritrovare se stessi, immersi in un panorama naturale incontaminato e suggestivo”. “ Desidero – prosegue Magda- potere realizzare tanti progetti, come per esempio, di concerto con associazioni e case – famiglie, potere dare ospitalità a donne vittime di violenza, anche accompagnate da figli, a ragazzi down, autistici, creare laboratori di yoga, meditazione, lettura, rilanciare gli antichi mestieri di una volta, come la preparazione del pane, della pasta, del sapone”. Tra le tante attività che si prefigge di realizzare, spicca la fattoria didattica e il crowfounding, parte dei proventi ricavati dall’incasso derivante dai pasti somministrati sarà infatti devoluto a questo scopo. Ogni ultima domenica del mese  sarà celebrata la festa del cane, con un apposito menù a quattro zampe. Magda spera di risolvere anche il problema dell’approvvigionamento energetico, al rifugio , manca la corrente elettrica e fa ricorso a due gruppi elettrogeni, uno dei quali è guasto dal suo arrivo, ed ai pannelli fotovoltaici, ma è andata avanti con ingenti quantitativi di gasolio.