98zero

Per l’Orlandina speranze ripescaggio. Questa sera CdA a Pesaro e se Ario Costa lascia…

Capo d’Orlando – Disperazione, sconforto, amarezza, rabbia. Potrebbero essere state tutte emozioni inutili per i tifosi dell’Orlandina Basket visto il panorama “apocalittico” che viene descritto a Pesaro in attesa del Consiglio di Amministrazione che si svolgerà questa sera dalle 19.00.

Quanto di buono fatto nell’ultimo mese e mezzo da Pesaro in campo potrebbe essere vanificato già questa sera in una sala riunioni. Come riporta il “resto del Carlino” al centro del tavolo ci sarà la decisione di Ario Costa che da Presidente, potrebbe lasciare tutto per ottenere un posto di prestigio tra le fila dell’Olimpia Milano, oppure in Legabasket, scatenando così una reazione a catena che porterà fuori dal consorzio il presidente dello stesso, Luciano Amadori, ed altri consorziati più affezionati a questi due soggetti che alla squadra.

Ma ci sono anche problemi legati al main sponsor tanto che è stata tentata la via di consegnare la squadra al Sindaco di Pesaro che erediterebbe si una società senza debiti ma anche senza risorse. Inoltre tra una settimana scade il termine ultimo per confermare l’iscrizione al massimo campionato di basket italiano e tra due bisognerà versare la fideiussione di 250 mila euro. Ci sono varie ipotesi che potrebbero verificarsi a fine riunione questa sera se Costa decidesse davvero di mollare. Una auto retrocessione in A2 quella più probabile che significherebbe ripescaggio dell’Orlandina Basket.

A dirlo prima si sarebbero risparmiati tanti soldi e soprattutto tante amarezze…

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando