98zero

Condanna per una donna che si spacciava per avvocato: 10 mesi di reclusione

Barcellona – E’ stata condannata a 10 mesi di reclusione e 300 euro di multa per truffa una donna di 50 anni, di San Filippo del Mela, che aveva fatto credere a un uomo di essere un’avvocatessa in grado di poterlo aiutare nella sua causa di separazione dell’ormai ex moglie.

La donna è stata inoltre condannata a risarcire il suo “assistito”, costituitosi parte civile. Dovrà pagare duemila euro con interessi e rivalutazioni dal 2013 e fino al giorno in cui la sentenza avrà carattere definitivo. Per fare leva sulla sensibilità dell’uomo, la falsa avvocatessa avrebbe giocato sullo stato di ansia dello stesso che, a quanto pare, aveva difficoltà a vedere i figli. Alla vittima del raggiro sarebbe stato fatto firmare un mandato difensivo per quattro legali che hanno tutti negato di avere avuto rapporti di collaborazione con la donna. La stessa, per far credere che si dava da fare per il suo cliente, si recava nella cancelleria del Tribunale con un decreto ingiuntivo e sosteneva di essere riuscita a ottenere l’annullamento.