98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Opposizione subito all’attacco. “Fuori dalla Valle dell’Halaesa, Bollette AtoMe 1 e interrogazioni”

S.Stefano – Il gruppo consiliare “Impegno”, non perde tempo ed ad un mese dalle elezioni propone il recesso dal consorzio intercomunale Valle dell’Halaesa, chiede si torni a discutere di bollette Ato Me 1 e al sindaco Re presenta 5 interrogazioni.

Il consiglio del prossimo 18 luglio, convocato per le ore18, si presenta “ricco” di punti e di spunti.

Si comincia con il Consorzio Halaesa. Per Carmelo Colombo, Rita Torcivia, Peppe Pezzicara e Saro Rondinella consiglieri di minoranza, continuare a farne parte serve a poco e costa troppo. “La nostra comunità – si legge nella prima richiesta di autoconvocazione presentata – impiega tempo e risorse aderendo al Consorzio, diventa doveroso e fondamentale valutare i costi e i benefici”.

I 4 proponenti “ricordano” che la quota annuale di adesione è di circa 12 mila euro e ricostruiscono la telenovela del “dentro o fuori” che da oltre 1 anno va in onda in seno al consiglio comunale.

Altra richiesta riguarda le bollette non pagate emesse dall’Ato Me Spa agli utenti di S.Stefano, il gruppo “Impegno” ne chiede la revoca.

Fin qui le richieste di autoconvocazione, poi le interrogazioni. Addirittura 5 quelle indirizzate al primo cittadino Francesco Re, tutte “urgenti e a risposta scritta”, si va dal porto al servizio idrico integrato, passando da verde pubblico, interventi di pulizia e protezione civile. Su tutto questo il primo cittadino è stato invitato a riferire in consiglio.

Insomma, si prevede una serrata attività per il civico consesso presieduto da Marila Re.

Continua a leggere altre notizie su
S. Stefano C.