98zero

Obbligo di dimora per il 30enne di Montagnareale. Ridotta la misura cautelare

Montagnareale – Si è svolta stamane al tribunale di Patti la direttissima a carico del trentenne di Montagnareale accusato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

A seguito di tale udienza, il giudice,  differentemente da quanto chiesto dal Pubblico ministero, ha accolto la richiesta del legale Antonietta Privitera stabilendo di ridurre la misura degli arresti domiciliari e imponendo al soggetto il solo obbligo di dimora. «Diversamente da quanto riportato su parecchi articoli di stampa, il trentenne – precisano inoltre gli avvocati Privitera e Giovanni Villaroel – non risulta essere pregiudicato». Il processo è stato rinviato all’udienza del prossimo 21 maggio.

Continua a leggere altre notizie su
Montagnareale