98zero

La fiera storica di Sant’Agata salvata dai volontari, Coldiretti propone: “Stop cibo falso”

Sant’Agata di Militello – Gravi disagi e danni si sono registrati, tra gli ambulanti, intervenuti in occasione dell’edizione primaverile della fiera storica. Tendoni e stand, impiantati sul lungomare, sono stati divelti dal forte vento, un commerciante è stato ferito alla testa dalla caduta di un ombrellone e trasportato al locale ospedale per essere suturato. L’emergenza è stata fronteggiata dai volontari del gruppo Nois di protezione civile, insieme ai sette ragazzi, che stanno espletando il servizio civile in forza al comune santagatese, ed agli agenti della Polizia Municipale, coordinati dal comandante Vincenzo Masetta, i quali hanno aiutato le persone in difficoltà e gli ambulanti a mettere in sicurezza merci e stand espositivi.

Gran parte della recinzione posta a tutela del lungomare, interessato dai lavori di ricostruzione, è stata abbattuta dallo scirocco, aprendo un pericoloso precipizio nella zona soggetta agli interventi. Coldiretti nella due giorni della manifestazione fieristica si è fatta promotrice di una petizione “Stop cibo falso”, per raccogliere firme contro i cibi non tracciati. Oltre 700, le firme raccolte, per ribadire come la sana alimentazione, dipenda dalla qualità dei prodotti tracciati. Notevolmente apprezzata la degustazione delle pietanze “made Nebrodi”, offerta dagli imprenditori della zona.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo