La coppia Riolo – Rappa domina e vince il 19° Rally dei Nebrodi

Piraino – Molto movimentato e ricco di colpi di scena il 19° Rally dei Nebrodi si è rivelato in tutto il suo fascino ed in tutta la sua selettività, che come di consueto hanno attirato pubblico dall’intera Sicilia.

Totò Riolo e Gianfranco Rappa su Peugeot 208 T16 R5 hanno dominato e vinto il 19° Rally dei Nebrodi, la selettiva ed impegnativa gara organizzata dalla CST Sport, 2^ prova del Trofeo Rally Sicilia, che si è corsa sui monti della provincia messinese. L’equipaggio portacolori del sodalizio organizzatore ha vinto tutte e 8 le prove speciali sulle quali si è articolata la gara dal leggendario passato e che ha riportato il rombo delle auto da corsa in un territorio particolarmente votato alla passione verso i rally.

 Sul podio è salito anche l’equipaggio di casa formato da Davide Ardiri e Luigi Aliberto che sulla Renault New Clio hanno rimontato e vinto il gruppo R, immediatamente pronto ad agguantare il 2° posto quando Alioto – Anastasi sono usciti di strada sul penultimo crono con la Fiat Punto Super 1600, dopo essere stati a lungo in piazza d’onore.

Molto combattuto il terzo gradino del podio, che sul finale si è aperto ai tenaci nisseni del Project Team Gaspare Corbetto e Salvatore Cangemi, autori di una brillante gara sulla Peugeot 106 di categoria Prod, alla fine del testa a testa con i locali Antonino Segreto e Roberto Longo su Renault Clio Prod S3. Top five completata dai brolesi Filippo Bellini ed Alessandra Gregorio in gara con la Peugeot 306 in versione ex gruppo A, con cui si sono ben difesi rimanendo sempre nelle parti alte della classifica.  A congratularsi con i migliori protagonisti della gara, a fine competizione, il primo cittadino di Sant’Angelo di Brolo Franco Cortolillo con il resto dell’Amministrazione.

Top Ten 19 Rally dei Nebrodi: 1 Riolo – Rappa (Peugeot 208 T16) in 37’39”1; 2 Ardiri – Aliberto (Renault New Clio R3) a 2’04”2; 3 Corbetto – Cangemi (Peugeot 106) a 2’52”6; 4 Segreto – Longo (Renault Clio) a 2’57”4; 5 Bellini – Gregorio (Peugeot 306) a 3’38”1; 6 Leonte – Vercelli (Peugeot 106) a 3’37”3; 7 Raccuia – Schepis (Renault Clio) a 3’47”7; 8 Prestipino – Pintaudi (Peugeot 106) a 3’50”3; 9 Gianfilippo – Raccuia (Citroen Saxo VTS) a 3’51”5; 10 Celi – Rappazzo (Peugeot 106) a 3’59”8.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close