98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Riecco, dopo un mese, il medico di base!

Castel di Lucio – Il dottore Aricò, che da oltre 1 anno fornisce assistenza sanitaria alla comunità nebroidea, ha rinnovato il contratto per sei mesi, ma potrebbe trattarsi di una soluzione tampone.

Il medico di base è tornato, ma non è ammissibile subire disagi e ritardi di simile portata. La questione va avanti dallo scorso anno, quando uno dei due medici in servizio a Castel di Lucio andò via, lasciando 600 pazienti senza assistenza per ben 2 mesi.

Allora intervenne l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Franco, e il dottore Francesco Aricò sottoscrisse un contratto, era il maggio dello scorso anno, che poi rinnovò per ulteriori 6 mesi. Siamo al 1 giugno 2017 e Aricò va via.

Da un mese a questa parte, come lo scorso anno, è “operativa” solo la dottoressa Marchese che, ovviamente non può seguire tutti gli abitanti, nonostante sia sempre disponibile per qualunque tipo di situazione.

Ricordiamo che il medico di base può avere un numero massimo di 1500 assistiti e deve essere scelto fra quelli che operano nel proprio comune di residenza.

Castel di Lucio, non è “appetibile”, i medici prevedono di recuperare pochi pazienti e quindi di guadagnare poco.

Secondo quanto riferisce Giuseppe Salerno, che ha seguito personalmente la vicenda per il portale Nebodinews “per il carente ambito sanitario numero 1, costituito dai comuni di Mistretta, Santo Stefano, Castel di Lucio e Reitano l’Asp 5 di Messina ha pubblicato una graduatoria di medici di base dalla quale attingere personale nel caso in cui, per un motivo o per un altro, qualche posto rimane vacante ed utenti privi di assistenza sanitaria”.

Il primo medico in graduatoria ha 90 giorni i tempo per decidere dove andare, sempre tra  i comuni ricadenti nell’ambito territoriale sanitario numero 1, ed eventualmente aprire il proprio ambulatorio.

Mentre qualcuno, giustamente decide, gli altri cosa fanno? Sperano di essere in perfetta forma? Sospendono le cure? Fanno chilometri per un raffreddore? ”.

Le parole del direttore Generale dell’Asp 5 di Messina, Gaeteno Sirna, rassicurano “abbiamo intrapreso un’azione di convincimento, nei confronti del nuovo medico affinché l’ambulatorio venga aperto a Castel di Lucio”. Intanto, Aricò è tornato ad assistere i “suoi” pazienti.

Continua a leggere altre notizie su
Castel di Lucio