Mafia sui Nebrodi, sequestri per due milioni tra Cesarò e Catania

di - 17 marzo 2017

Cesarò – Beni per due milioni di euro sono stati sequestrati da personale della Direzione Investigativa Antimafia di Catania, collaborata dalla Sezione Operativa di Messina, ad un esponente di Cesarò, ritenuto a capo della cosca, federata con il clan catanese “Santapaola-Ercolano”, operante nel territorio dei Nebrodi. Il sequestro, disposto dalla sezione misure di prevenzione del

Richieste pesanti condanne nell’abbreviato di Gotha 6

di - 24 febbraio 2017

MESSINA – Sono pesanti le richieste di condanna dei pubblici ministeri della DDA, Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio, nell’ambito del processo abbreviato scaturito dall’operazione denominata Gotha 6, tesa a smantellare i meccanismi criminali della mafia barcellonese con il determinante contributo dei collaboratori di giustizia. I due PM hanno chiesto al Gup, Monia De Francesco,

Quattro arresti per mafia

di - 1 ottobre 2016

Barcellona P.G. – Mafia: a conclusione delle indagini dirette dalla D.D.A. di Messina, i Carabinieri del ROS hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 4 soggetti, indiziati di appartenere alla temuta famiglia mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) e ritenuti gli autori del pestaggio avvenuto il 26 maggio 2016 all’interno del carcere

GdF sequestra immobili a Calogero Di Caro

di - 20 agosto 2016

Agrigento – I militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Agrigento hanno eseguito, nei confronti del noto mafioso agrigentino DI CARO Calogero, classe 1946, un decreto di sequestro cautelare preventivo nell’ambito di un procedimento in materia di misure di prevenzione. Il provvedimento è stato emesso nello scorso mese di luglio nei confronti del DI CARO Calogero dal

Maneggio sequestrato alla mafia: sfrattati i volontari che gestiscono la struttura

di - 29 luglio 2016

Piraino – Sfrattati per rischio idrogeologico! Sfrattati. Il maneggio sequestrato alla mafia e gestito dall’Associazione “io amo l’equitazione” ha ricevuto oggi l’ordinanza del Tribunale di Messina, che secondo i vertici dell’associazione è stata sollecitata «Da una discutibile perizia tecnica che ha dichiarato il centro a rischio idrogeologico.  Con un preavviso di 5 giorni, l’intera struttura deve essere sgombrata,

Le parole di Antoci il giorno dopo

di - 26 luglio 2016

S.Stefano – “Questo è un altro attentato, io mi sento ancora peggio di quella notte di maggio”. Con queste parole il presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci ha accolto giornalisti e telecamere. Sono passati un paio di giorni dalla pubblicazione dell’articolo che ha “inventato” nero su bianco la parentela della moglie di Antoci con

Close