tribunale messina

Il pentito D’Amico: la mafia voleva uccidere l’avvocato Lo Presti

di - 23 marzo 2016

BARCELLONA – Era troppo serio e snobbava alcuni esponenti della famiglia mafiosa barcellonese. Per questo la “famiglia” aveva decretato la sua morte. L’avvocato Giuseppe Lo Presti ha appreso, durante il processo in Corte d’Assise sulle inchieste Pozzo e Gotha, del disegno di morte che la mafia del Longano stava mettendo a punto nei suoi confronti.

Close