arresti triade2

Riesame “Triade” – Scarcerato Costanzo Zammataro. Quasi tutti rimangono in carcere

di - 3 agosto 2016

Patti – Il tribunale del riesame ha rigettato le richieste di scarcerazione per gli arrestati dell’operazione “Triade”. I tortoriciani Antonio Musarra Pecorabianca, Carmelo e Sebastiano Galati Massaro rimangono in carcere come gli appartenenti ai clan di Barcellona e e Milazzo. In libertà, su richiesta dei legali Pruiti e Todaro, Antonino Costanzo Zammataro e obbligo di

area verde carcere

Al carcere di Gazzi si inaugura il progetto Area Verde

di - 13 ottobre 2015

MESSINA – Viene inaugurato oggi presso il Carcere di Gazzi il progetto “Area verde” per l’incontro tra detenuti e familiari, in particolar modo con i figli minori. “Il dott. Calogero Tessitore, Direttore del Carcere, ha avuto una buona idea – dichiara Antonino Solano, dirigente nazionale del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria)- si tratta di un’iniziativa che

liga_arresti-960x456-1438763493

Estorsione a detenuto dopo un’offesa

di - 5 agosto 2015

PALERMO. Si sentiva leso nella sua dignità di uomo d’onore  dalle esternazioni fatte da un altro mafioso arrestato nel corso dell’operazione Reset del 2014. Pietro Liga, 49 anni, esponente della famiglia di Bagheria condannato a 10 anni per estorsione, era finito in carcere nell’operazione Argo dell’anno prima voleva 20 mila euro per lavare l’onta. Ha

polizia-di-stato

Arrestato rumeno ricercato in Patria

di - 30 maggio 2015

MILAZZO – Era stato colpito da un mandato di arresto europeo emesso nello scorso marzo dalla Romania. Il rumeno Gica Mardare, 30 anni, senza fissa dimora, è stato arrestato a Milazzo dagli agenti del Commissariato mentre si trovava in compagnia di un connazionale nei pressi della stazione ferroviaria. Doveva scontare in patria una pena detentiva,

Scafisti Ansa

Naufragio barcone, presunti scafisti arrestati

di - 22 aprile 2015

Sicilia – Sono in carcere i due presunti scafisti del barcone che si è ribaltato al largo di Malta provocando una ecatombe di migranti. Si tratta di un tunisino, ritenuto il comandante del peschereccio naufragato, e un siriano, suo assistente di bordo. Nei prossimi giorni saranno interrogati dal Gip che dovrà decidere sulla convalida del provvedimento

severino

Mistretta: il Ministro Paola Severino ha visitato il carcere

di - 28 febbraio 2013

Nel corso delle due giornate dedicate alla visita delle carceri siciliane, l’ormai uscente Ministro di Grazia e Giustizia Paola Severino ha fatto tappa anche nel piccolo carcere della città di Mistretta. Un incontro al quale hanno preso parte il Direttore del carcere, gli amministratori del comune amastratino, i diversi funzionari e una rappresentanza del sindacato

Close