calcio-femminile-motta

A Motta il calcio è rosa con lo “Spartak”

di - 10 novembre 2016

Motta d’Affermo – L’hanno chiamata come la più blasonata squadra russa Spartak non Mosca ma Motta. Una differenza di lettere e non solo dato che non ha campioni, non disputa competizioni internazionali e soprattutto non ha giocatori ma giocatrici. Il calcio femminile è sempre più una realtà, ha superato pregiudizi e luoghi comuni e si

ok-lampada

Motta accende la lampada votiva a Tindari

di - 12 settembre 2016

Motta d’Affermo – Emozionati e commossi hanno assistito all’accensione della lampada votiva a Maria SS del Tindari. La piccola comunità di Motta ha compiuto il simbolico gesto di affidamento alla Vergine. Ogni anno come da trazione, in occasione della festa in onore della Madonna nera, uno dei comuni della diocesi di Patti viene scelto per

motta

Tutti in ansia per Giuseppe, rabbia e indignazione

di - 17 giugno 2016

Motta d’Affermo – I pochi che hanno dormito sono svegli dall’alba. La preoccupazione per Giuseppe è forte, fortissima. E’ ricoverato a Palermo da ieri, arrivato in elisoccorso dopo le ustioni riportate sul 40% de corpo. Non è in pericolo di vita ma le sue condizioni sono gravi. Era al chiosco “Summer dream”, abituale punto di

Foto ecomulo

E’ cominciato “EcoMulo” 2016

di - 13 maggio 2016

Motta d’Affermo – Federico Bruno e Mirko Adamo hanno cominciato il loro viaggio. Partiti da Motta D’Affermo, sono arrivati a Tusa, accolti dagli entusiasti alunni della scuole media “Don Milani”. E’ stata la prima tappa di “EcoMulo 2016”, il viaggio in groppa ai muli attraverso sentieri, mulattiere, trazzere e ippovie alla scoperta della Sicilia più

motta

Ad Alfieri la “medaglia d’onore dei deportati”

di - 28 gennaio 2016

Motta d’Affermo – E’ stata una cerimonia commemorativa particolarmente toccante. Il peso ed il dolore del ricordo fanno ancora male a Paolo Alfieri, vice brigadiere dei carabinieri di 92 anni, prigioniero dei nazisti dal 1943 al 1945, internato in un campo di lavoro forzato. I suoi occhi stanchi ma vivaci si sono illuminati di lacrime

alfieri ok3

La morte di Saro e il dolore di una comunità

di - 28 dicembre 2015

Motta d’Affermo – Questa mattina la piccola comunità si è svegliata in silenzio. Gli occhi lucidi, la testa bassa, l’incredulità ha lasciato il posto alla rassegnazione. Rosario Alferi, per tutti Sarino, è morto. Simpatico, generoso, umile e cordiale, amava la sua Motta e la sua campagna. Ieri mattina era andato in campagna a togliere le

Close