calderone-laurence_pp

BARCELLONA: ARRESTATO USURAIO


Aveva già restituito 31.100 Euro ma erano solo gli nteressi di un prestito di 51.000 Euro. Costretto a chiudere la propria attività commerciale ha deciso di denuncare alla Polizia il suo usuraio. Gli agenti della Squadra Mobile di Messina, dopo specifici servizi di appostamento ed osservazione, hanno arrestato, in flagranza di reato l’usuraio ponendo fine all’incubo dell’imprenditore. Le manette sono scattate ai polsi di Laurence Calderone (nella foto di seguito), di anni 35, nato e residente a Barcellona con l’accusa di usura. Durante le stessa operazione gli agenti hanno deferito in stato di libertà un uomo C.C. di anni 38, nato e residente a Barcellona, in quanto ritenuto responsabile del reato di favoreggiamento personale.

Tutto ebbe inizio nel febbraio del 2011 quando l’imprenditore messinese, vista la situazione di crisi che stava attraversando la sua attività commerciale, chiese un prestito di 10 mila Euro ad un suo cliente, Calderone appunto, titolare una videoteca. Gli interessi in un primo momento ammontavano a 1.500 Euro sulla somma pattuita, ma avendo difficoltà a restituire il prestito il commerciante fu costretto a rinviare i pagamenti e a pagare solo i relativi interessi che secondo Calderone Maturavano. Inoltre lo stesso imprenditore chiese altri prestiti per un ammontare complessivo di 51 mila Euro. Al momento della denuncia alla Polizia di Messina l’uomo aveva già pagato 31.100 Euro ma erano solo gli interessi in quanto doveva ancora restituire la somma prestatagli.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close