SONY DSC

VOLEVA DISFARSI DI 10 TONNELLATE DI “PASTAZZO”, ARRESTATO


Un uomo di Barcellona stava tentando di sbarazzarsi di ben 10 tonnellate del cosiddetto “pastazzo” nell’alveo torrente Patrì per questo è stato arrestato dai militari dell’arma sabato alle prime luci dell’alba. Una pattuglia della compagnia barcellonese ha notato lo “strano” spostamento di un autocarro che, a fari spenti, costeggiava l’alveo del torrente.

I militari dell’Arma, ritenendo che il conducente del mezzo stesse commettendo qualche illecito, anche perché quell’area era già stata utilizzata nel recente passato quale discarica abusiva, hanno effettuato un prudente avvicinamento all’autocarro al fine di accertarne i motivi della presenza in quella località.

Durante tale operazione, il conducente dell’autocarro, essendosi accorto della presenza dell’autovettura dei Carabinieri, ha acceso le luci del mezzo tentando di allontanarsi rapidamente. L’intervento dei militari è stato immediato identificando così Salvatore Crinò, 44enne di Barcellona, già noto alle forse dell’ordine. Nel corso degli accertamenti effettuati dai Carabinieri, è emerso che Crinò stava trasportato circa 10 tonnellate di scarti della lavorazione degli agrumi, cosiddetto “pastazzo”, appartenente alla categoria dei rifiuti speciali non pericolosi, in assenza della prevista autorizzazione e, pertanto, stante la flagranza del reato è stato arrestato poiché ritenuto responsabile di trasporto di rifiuti speciali non pericolosi in assenza di autorizzazione.

Nella circostanza, il mezzo di trasporto, un autocarro SCANIA, è stato sottoposto a sequestro unitamente al carico.

Il Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, informato dai Carabinieri circa le attività effettuate, ha disposto che il 44enne venisse condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close