Da ex Opg a carcere. Ma serve altro personale. Interrogazione alla Camera di Villarosa

Barcellona – La trasformazione in carcere dell’ex OPG è in corso da tempo.

Non è stata un’operazione facile e nemmeno particolarmente veloce. Basti pensare che l’approvazione dell’ODG a prima firma Villarosa risale al “lontano” luglio 2014. Da novembre 2016, la struttura carceraria Barcellonese è diventata Casa Circondariale, quindi una vera struttura complessa, suddivisa in tre sezioni separate, una delle quali “trattamentale” per minorati psichici sopravvenuti ed ex internati non ancora definitivamente trasferiti altrove. L’ampliamento è adesso al centro di una recente interrogazione alla Camera dello stesso Alessio Villarosa che contesta il mancato adeguamento del personale necessario per un perfetto funzionamento della struttura.
Per vari motivi, gli agenti di polizia penitenziaria che svolgono il ruolo descritto dal nome che portano sono, attualmente, circa 60, da suddividersi nei tre turni previsti e al netto di malattie/assenze. Le caratteristiche del carcere sono parecchio diverse da quelle dell’ex OPG, il numero di visite esterne è ovviamente aumentato a dismisura e riuscire a garantire un perfetto funzionamento non è sempre un’impresa facilissima, nonostante i lodevoli sforzi di tutto lo staff.

Attraverso la sua interrogazione, Villarosa chiede l’adeguamento della pianta organica. Per l’immediato, chiede anche, in attesa di provvedimenti definitivi, la dislocazione di almeno 20 agenti di polizia penitenziaria ad integrazione dell’attuale pianta organica sottodimensionata.

Print Friendly



Articoli Correlati

Close