S.AGATA: LA MINORANZA CHIEDE UN COSIGLIO IN SEDUTA APERTA


A Sant’Agata Militello, i Consiglieri di Minoranza, hanno inviato al Presidente del Consiglio, una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale in seduta aperta, per consentire la partecipazione attiva della comunità, ed in particolare della categoria degli avvocati, al dibattito sulla temuta soppressione del Tribunale di Sant’Agata. Il Governo, è stato infatti delegato ad adottare un piano per la riorganizzazione della distribuzione sul territorio nazionale degli uffici giudiziari e, nella predetta riorganizzazione si paventerebbe anche la soppressione della sezione distaccata di Sant’Agata Militello. Qualora fosse concreto il rischio di soppressione del Tribunale, “bisognerà valutare le azioni da intraprendere – come afferma il Consigliere Maniaci.- Dal territorio deve partire una istanza forte per tentare di far valere le deroghe previste dal decreto sulla riorganizzazione dei tribunali. Siamo sicuramente penalizzati dal fatto che in questi anni non si è assolutamente curata l’individuazione o la realizzazione di una nuova sede, per cui è necessario costringere l’Amministrazione a valutare le soluzioni alternative a quella esistente.”

Secondo quanto disposto dall’art. 1 comma 2 lett. b della citata legge, il nuovo assetto territoriale degli uffici giudiziari dovrà tenere conto “dell’estensione del territorio, del numero degli abitanti, dei carichi di lavoro e dell’indice della sopravvenienze, della specificità territoriale del bacino di utenza, anche con riguardo alla situazione infrastrutturale” e, siccome pare che il carico di lavoro presso il tribunale di Sant’Agata Militello sia consistente, è necessaria ed opportuna una forte sollecitazione sul Governo Nazionale per contrastarne la soppressione.

Ritenuto che:
-l’eventuale ed immotivata indifferenza del Governo rispetto alle criticità del territorio dei Nebrodi e la mancanza di una istanza forte da parte dell’istituzioni locali finirebbe per perpetrare un atto di grave penalizzazione per l’accessibilità dei cittadini al servizio di giustizia altrimenti fortemente compromessa;
-la paventata soppressione del Tribunale di Sant’Agata Militello avrebbe gravi ripercussioni per i cittadini per via della complessità del contesto sociale e geografico di riferimento caratterizzato da molti deficit infrastrutturali consistenti in collegamenti spesso impervi e da distante quasi triplicate per taluni comuni dell’entroterra;
-il tema del mantenimento del Tribunale di Sant’Agata Militello debba essere oggetto di un ampio dibattito politico aperto alla comunità ed agli operatori del settore che più di ogni altri possono rappresentare all’organo politico le ragioni della questione e descriverne in maniera più compiuta le peculiarità;
– il contributo politico delle istituzioni locali debba essere lungimirante riconoscendo e sostenendo con forza  la centralità del Tribunale di Sant’Agata quale l’imprescindibile presidio di legalità per tutto il territorio dei Nebrodi;
– il dibattito politico debba concentrarsi anche sulla individuazione di soluzioni tecniche che possano offrire all’istituzione del Tribunale una nuova struttura idonea a garantire l’efficienza richiesta e  per la cui individuazione è necessario che vengano valutate tutte le possibili alternative;

I consiglieri invitano ad integrare con urgenza l’ordine del giorno della Conferenza dei Capigruppo Consiliari convocata per giorno 20.03.2012 alle ore 18.00 .

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close