VIOLENZA DONNE_PP

UCRIA: “NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE”


La violenza sulle donne è un fenomeno diffuso e variegato, sul quale non si può e non si deve più tacere. E’ importante stimolare una riflessione sulla violenza di genere che non può e non deve essere trattata come il problema della singola donna, ma piuttosto, come espressione  di una  società  (quella attuale) che trova, sempre più frequentemente, soluzioni nella violenza e nella prevaricazione piuttosto che nel dialogo e nel confronto. La gravità e la diffusione del fenomeno hanno portato le Associazioni La Clessidra e la Fraternita di Misericordia di San Piero Patti, patrocinate dal Comune di Ucria, ad organizzare un incontro- dibattito sulla violenza di genere.

Un momento della relazione dell'Avvocato Zingale

La giornata ha avuto inizio con la celebrazione della Santa Messa ed è proseguita con un incontro, tenutosi presso il Circolo Montecastello,  nel quale sono intervenute: il Sindaco di Ucria,  dott.ssa Franca Algeri, l’Assessore ai Servizi Sociali,
dott.ssa Gurgone Daniela ed il Presidente del Consiglio comunale dott.ssa Angela Scarpaci. L’incontro è continuato  con le relazioni dell’avvocato Lucrezia Zingale, la quale dopo aver approfondito le varie forme di violenza, tra le quali lo stalking, si è soffermata sulle leggi contro la violenza sulle donne per poi concludere il proprio intervento con un toccante cortometraggio scritto e diretto da Paolo Genovese e Luca Miniero dal titolo “Piccole cose di valore non quantificabile”, della psicologa Giuseppina Arrigo, la quale con l’intervento intitolato “Dietro i numeri il dolore delle donne” ha presentato i dati inquietanti che raccontano le dimensioni del dramma della violenza contro le donne, della psicologa e psicoterapeuta Catena Camuti, presidente dell’Associazione “La Clessidra”, la quale con l’intervento “Il silenzio assordante: aspetti psicologici della vittima” dopo aver analizzato le varie forme di violenza (fisica, psicologica, economica)  ha dedicato particolare attenzione agli aspetti psicologici della vittima, dando voce alle donne e ai loro sentimenti con significativi  riferimenti a casi clinici.

Inoltre è stata presentata un’importante iniziativa curata dalle due associazioni che hanno organizzato l’evento. Il progetto prevede l’apertura di sportelli di ascolto che verranno avviati mettendo in rete i Comuni dei Nebrodi che sottoscriveranno un protocollo d’intesa con le associazioni promotrici. Tra i comuni che hanno già sottoscritto il protocollo c’è proprio Ucria che ha voluto sensibilizzare la sua cittadinanza su un tema di notevole portata sociale. Attualmente è già attivo uno sportello di ascolto a San Piero Patti, nella sede della Misericordia, in via 1 Maggio, dotato di un numero verde 800 111 640, è aperto il martedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 12. Il servizio è gratuito e garantisce l’anonimato delle donne vittime di violenza. “L’incontro – ha dichiarato infine la dott.ssa Arrigo – è stato l’inizio di un percorso che si spera possa essere lungo e utile per dare voce al silenzio delle vittime affinché non continui ad essere il silenzio della società civile”.

Foto di Jessica Catania –  un ringraziamento particolare alla dott.ssa Giuseppina Arrigo per la gentile collaborazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close